Battipagliese 1929. Il ritorno alla maglia madre, Viggianiello: “Qui mi sento a casa”

Una vita, quella calcistica, per questi colori. Una breve parentesi al Campagna, in Promozione a disputare un campionato di tutto rispetto, terminato con la finale play-off per l’Eccellenza.

L’eburino Michele Viggianiello torna a casa dopo una stagione e riabbraccia i colori della Gloriosa zebra. Una squadra che dopo varie difficoltà ritorna e inizia a scalciare per riprendersi ciò che aveva perso. Una rinascita che parte da uno dei veterani.

La nostra redazione lo ha contattato telefonicamente e in esclusiva ha rilasciato alcune dichiarazioni al suo ritorno in “patria”.

Come ti senti in vista di questa nuova esperienza?

“Ritornare a Battipaglia è sempre un qualcosa di emozionante sono carico e non vedo l’ora di ricominciare e fare bene sia per me che per la città, ma sopratutto per i tifosi”.

Come ti hanno accolto a Battipaglia tifo e società?

“Dato che sono ancora un under e ho ancora tanto da apprendere sicuramente dovrò migliorare sulla tecnica e sull’esperienza”.

Secondo te dove devi migliorare?

“In qualsiasi momento sia positivo che negativo, durante l’anno calcistico trascorso a Battipaglia, i tifosi e la società mi sono stati sempre vicini rispettandomi. Credo in questa società e nei tifosi stessi perch√© verso di me si sono comportati da signori aiutandomi sopratutto nel momento in cui facevo degli errori calcistici in campo, incitandomi e dandomi forza”.

Quali sono i tuoi obiettivi stagionali?

“Io sono ritornato a Battipaglia perch√© è un palcoscenico importante e il mio obiettivo è quello di fare più presenze possibili, sono pronto a dare il massimo e vincere tutto ciò che c’è da vincere”.

Raccontaci come hai reagito alla chiamata delle zebrette

“Io quest’anno sono stato in prestito la Campagna al termine del campionato ho avuto diverse chiamate da alcune società tra cui quella del direttore Guariglia, una persona squisita che già ho avuto il piacere di conoscere e dopo le sue parole non ho esitato ad incontrarlo per parlare meglio di questo nuovo progetto e poi accettarlo senza pensarci su due volte”.

Come valuti la rosa della battipagliese fino ad ora?

“La rosa di cui faccio parte sarà sicuramente una delle più giovani di tutto il campionato, daremo filo da torcere a tutti i nostri avversari, non ci manca nulla abbiamo carattere, grinta e soprattutto voglia di vincere”.

Un appello ai tifosi

“Quest’anno ci divertiremo sicuramente; è la promessa che faccio ai tifosi. Con tutta la squadra daremo il massimo portando la Battipagliese in alto, nella categoria che merita, perch√© questo è il minimo che si possa fare per tutta questa gente che ci è stata sempre vicino e continuerà a farlo”.

Un saluto personale alla piazza

“A Battipaglia mi sono sentito sempre a casa è tutto ciò lo devo al calore dei tifosi; li ringrazio con tutto il cuore e cercherò di ricambiare facendo sempre di meglio per non deluderli”.

Carol Violante