Avellino. Pareggio prezioso. Rastelli: Soddisfatto della prestazione dei ragazzi

Si è conclusa in parità la sfida del tra le neopromosse Latina ed Avellino. Al Francioni gli irpini partono subito forte ed al 9¬∞ vanno in rete con Izzo, ma l’arbitro, il Sig. Roca di Foggia, annulla per fuorigioco. Il gol è rimandato di soli 4 minuti: al 13¬∞ batti e ribatti in area pontina, sul pallone si fionda Fabbro che gonfia la rete. L’Avellino a questo piunto cerca di controllare la gara, non disdegnando le proiezioni offensive, in particolare con Zappacosta, fresco di convocazione in Under 21 e perciò particolarmente motivato, il quale al 18¬∞ parte dalla sua metà campo ed arriva al tiro, deviato però dalla difesa avversaria. Il Latina cerca con insistenza il pareggio, ma i Lupi si difendono molto bene e solo Alhassan, con un gran tiro da fuori, crea grattacapi a Terracciano, ma la palla finisce a lato. Gli ospiti tentano di interrompere il forcing dei pontini e ci riescono al 35¬∞ con un bel tiro di Arini che però trova la pronta risposta dell’estremo difensore Iacobucci. Due minuti dopo è ancora Zappacosta a trovare la via della porta, con un destro a giro che termina la sua corsa sulla traversa. Al 41¬∞ è il portiere ospite Terracciano a rendersi protagonista, respingendo un insidioso tiro dal limite di Morrone e neutralizzando il tentativo di Negro di ribadire in rete da due passi. Nella ripresa il tema della partita non cambia, con il Latina tutto proteso in avanti alla ricerca del pareggio e l’Avellino intento di sfruttare le ripartenze. I padroni di casa ci provano con il solito Alhassan e con Barraco, ma le loro conclusioni non impensieriscono più di tanto il portiere ospite. Al 15¬∞, però, il Latina passa: il neoentrato Jonathas costringe la difesa biancoverde ad una corta respinta, la palla arriva a Negro che batte l’incolpevole Terracciano. L’Avellino prova a reagire e 5 minuti dopo è ancora Zappacosta, servito al bacio da Schiavon, a provare l’incornata vincente, ma Iacobucci compie un vero e proprio miracolo e devia il pallone. La partita scorre via con tentativi da entrambe le parti, ma l’occasione più ghiotta capita sui piedi di Morrone che al 45¬∞ colpisce la traversa, pareggiando cos√¨ anche il conto dei legni. Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. L’Avellino conquista un punto prezioso e continua a mettere fieno in cascina. Nel post-gara Mister Rastelli si presenta visibilmente soddisfatto ai microfoni: Abbiamo disputato una buona partita, soprattutto un’ottima prima frazione. Sfruttando meglio qualche occasione avremmo potuto segnare anche qualche altro gol, vedi la traversa di Zappacosta, ma devo fare i miei complimenti a tutti.

Condividi