Avellino. D’Angelo giura amore eterno

E’ di fatto l’unico superstite della discesa agli inferi della serie D dell’Avellino, ma ormai quel tempo è passato ed adesso Angelo D’Angelo si gode uno dei momenti più belli della sua vita, dopo la promozione in B con l’Avellino ed il matrimonio con la sua Celeste. Il suo contratto scade nel 2014, ma il gladiatore biancoverde non ha dubbi: vuole restare in irpinia e contribuire al raggiungimento di obbiettivi importanti. Niente male per un salernitano che con caparbietà ed ostinazione si è conquistato un posto fisso nell’undici di Rastelli e nei cuori dei tifosi avellinesi. Per quanto concerne il mercato, manca ormai solo l’ufficialità per la conclusione delle trattative che dovrebbero portare all’ombra del Partenio il difensore Fabio Pisacane, ex Genoa e Ternana, ed il giovane attaccante della Primavera dell’Udinese Pape Dia. Si complica, se possibile, ancora di più la trattativa Pavoletti: sull’attaccante del Sassuolo nelle ultime ore si sono fiondate anche il neo promosso Carpi ed il Cittadella, che con il venticinquenne attaccante livornese vorrebbe sopperire alla quasi sicura partenza di bomber Sansovini, altro obbiettivo del Diesse irpino De Vito. Per il ruolo di estremo difensore invece, dopo il quasi sicuro arrivo di Pietro Terracciano, potrebbe approdare alla corte di Mister Rastelli anche Andrea Seculin, ventitreenne portiere di proprietà della Fiorentina che ha disputato le ultime due stagioni con la maglia della Juve Stabia. In un’intervista rilasciata ad irpiniaoggi.it il giocatore ha dichiarato: Avellino è una piazza importante con un grande tifo e una tradizione di non poco conto. Di sicuro sarebbe una soluzione a me gradita. Sto aspettando di parlare con il mio agente e decidere il mio futuro. I supporters dei Lupi sperano.

Condividi