Avellino. Altri rinforzi in arrivo

Sempre in fermento il mercato in casa Avellino. Nonostante le brillanti prove in Coppa Italia contro Monza e Cesena, il Patron Taccone ed il Diesse De Vito sono sempre molto vigili sul mercato, alla ricerca di calciatori capaci di far fare il salto di qualità alla compagine biancoverde. Accantonato per il momento l’uruguaiano Diego Polenta, le cui condizioni fisiche, dopo il brutto infortunio subito la scorsa stagione, sembrano non convincere del tutto lo staff avellinese, secondo alcune indiscrezioni riportate dal giornalista Michele Criscitiello, i Lupi starebbero trattando Renan Garcia e Jerry Mbakogu. Il primo è un centrocampista brasiliano classe ’86 di proprietà della Sampdoria, ma che ha giocato anche in Portogallo con il Beira‚ÄìMar ed in Romania con il Cluj. Arrivato in Liguria nel gennaio del 2012, fu tra i protagonisti del ritorno della squadra blucerchiata nella massima serie, ma nella scorsa stagione ha fatto fatica a trovare spazio e, quindi, potrebbe accettare il trasferimento in serie B pur di poter giocare con una certa continuità. Il calciatore, in passato, ha anche giocato come centrocampista esterno e tornante sinistro, cosa che gli permetterebbe di ricoprire più ruoli all’interno dello scacchiere tattico di Mister Rastelli. Mbakogu è invece un attaccante nigeriano di proprietà del Padova, reduce da una buona stagione alla Juve Stabia. Il centravanti, 21 anni il prossimo ottobre, è stato oggetto di dure contestazioni da parte della tifoseria veneta e, data anche la giovane età, potrebbe voler cambiare aria per evitare di dover sopportare un clima troppo pesante. Intanto ieri sono ripresi gli allenamenti al Partenio, con Rastelli che ha avuto a disposizione tutti i calciatori fatta eccezione per Romulo Togni. Il regista brasiliano si è sottoposto ad una risonanza magnetica che ha escluso lesioni, evidenziando soltanto una elongazione dell’adduttore sinistro. Salterà sicuramente la partita casalinga contro il Novara, ma potrebbe recuperare in vista della trasferta di Latina del 31 agosto.

Condividi