Nuoto. Assoluti invernali: Stefanì e Scotto Di Carlo sul podio

Si chiudono gli Assoluti invernali di Riccione 2022. Per la Campania una rassegna che regala qualche medaglia e qualche tempo migliorato.

Secondo ed ultimo giorno per gli Assoluti Invernali a Riccione, che darà il pass per gli ultimi posti del Mondiale di Melbourne in vasca corta.

Le gare mattutine

400 misti femminili

Un buon posizionamento per Bruna Pesole della Olimpic Nuoto Napoli che chiude al secondo posto nella sua batteria, ma non riesce a trovare podio nella classifica generale. Cinque secondi di differenza rispetto al suo miglior tempo, chiude la gara con un 4’49.81. Quattordicesimo posto in graduatoria, dunque, per una gara caratterizzata da tempi parziali leggermente superiori ai 30”. Più lente tra i  250 r i 300. vale a dire nelle vasche della rana.

Il podio

1. Sara Franceschi (Fiamme Gialle / Livorno Aquatics) 4’32″74
2. Anna Pirovano (Fiamme Azzurre / In Sport Rane Rosse) 4’33″02 pp
3. Giulia Vetrano (RN Torino) 4’37″44 pp

50 farfalla femminili

Prima apparizione del secondo giorno per Viola Scotto Di Carlo che esordisce con un ottimo terzo posto in batteria e in graduatoria generale. Bronzo per la 2003 della Napoli Nuoto che sale sul podio dietro a Silvia Di Pietro e Elena Di Liddo. Certamente due nomi dal peso specifico importante. Sessantadue centesimi di scarto da Di Pietro in una batteria velocissima. Un tempo leggermente superiore al personale, ma che vale una medaglia, ma non il pass per i Mondiali di Australia.

Il podio

1. Silvia Di Pietro (Carabinieri / CC Aniene) 25″47
2. Elena Di Liddo (Carabinieri / CC Aniene) 25″89
3. Viola Scotto di Carlo (Napoli Nuoto) 26″09 pp

200 dorso maschili

Un ottimo posizionamento per Stefano Ballo tesserato Time Limit, ma che gareggia anche per il Centro Sportivo dell’Esercito italiano. Una batteria velocissima la sua, nella quale compaiono anche De Tullio, Di Cola e Ciampi. I tre prendono il podio, mentre alle loro spalle si posiziona il dorsista classe ’92. Primi tempi dunque per i tre partecipanti a Budapest 2022 e Roma 2022,. Quarto tempo per Ballo.

Il podio

1. Marco De Tullio (CC Aniene) 1’44″21
2. Matteo Ciampi (Esercito / Livorno Aquatics) 1’44″24
3. Stefano Di Cola (Marina Militare / CC Aniene) 1’44″29

50 rana femminile

In due cercano un posto sul podio, Chiara Della Corte e Carolina Genovese. La prima Chiude al settimo posto in batteria, dove è presente anche la campionessa iridata Benedetta Pilato. Per la nuotatrice della Campania Sport tempo di 31.46, 1.77 dalla ranista tarantina. Conferma il settimo posto anche in classifica generale.

Carolina Genovese chiude la sua batteria al sesto posto, peggiorando il suo personale. Tocco a 32.46 in una batteria più lenta rispetto a quella di Della Corte. Non riesce, dunque, a confermare il sesto miglior tempo, scivolando al 20esimo posto in classifica generale.

Il podio

1. Benedetta Pilato (Fiamme Oro / CC Aniene) 29″71
2. Martina Carraro (Fiamme Azzurre) 29″98
3. Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika) 30″17

100 farfalla maschile

Tre campani in vasca: Alfonso Della Morte, Simone Stefanì Antonio Mazza. Della Morte si toglie la soddisfazione di chiudere al primo posto nella sua batteria, ma con un tempo che non riesce a portarlo nelle prime posizioni della classifica generale. Arrivo a 53.91, leggermente più lento del suo miglior tempo. Vale il ventunesimo posto in classifica.

Sesto posto in batteria per Antonio Mazza, una batteria veloce, nella quale chiude a 53.73. Si corre nella batteria di Stefanì, dove il Fiamme Oro e tesserato Time Limit trova un secondo posto a fine gara, ma anche in classifica generale. Davanti un irraggiungibile Matteo Rivolta che chiude la gara sotto i 50”. Supera di poco, invece Stefanì, che tocca il sensore ai 50.43, Secondo tempo migliore e medaglia d’argento per lui. Lontano, però, il pass per Melbourne.

Il podio

1. Matteo Rivolta (Fiamme Oro / CC Aniene) 49″49
2. Simone Stefanì (Fiamme Oro / Time Limit) 50″43
3. Christian Ferraro (Montebelluna Nuoto) 50″88 pp

assoluti invernali

100 rana maschile

Due campani in gara: Antonio Albino e <Flavio Mangiamele. Posizionamenti non eccellenti per loro. Albino chiude al terzo posto nella batteria, ma tempi alti rispetto alle altre. Crono di 1’01.19, peggiore del suo personale. Vale il 18esimo posto in classifica.

Per Mangamele un sesto posto posto al termine dei 100 metri, con un crono di 1’01.84 valevole il 21esimo posto in graduatoria generale.

Il podio

1. Simone Cerasuolo (Fiamme Oro / Imolanuoto) 57″04
2. Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto) 57″83
3. Gabriele Mancini (Marina Militare / CN Torino) 57″89

400 stile libero femminile

Dovrebbero essere quattro le campane in gara per la sfida, ma Michela Caglio decide di non partecipare. Risulta assente dunque la tesserata Assonuoto Caserta.

Doppio podio, invece, per le sorelle Antonietta e Noemi Cesarano rispettivamente seconda e terza nella propria batteria, ma anche nella classifica generale. Una batteria velocissima quella in cui gareggiano le due Time Limit che chiudono a pochi centesimi di differenza l’una dall’altra. Antonietta, tocca per prima con 4’07.53, sette centesimi in più rispetto alla prima, Artic. Subito dopo Noemi, con 4.57.79.

Sesto posto in batteria per la Nuotatori del Golfo Sveva Schiazzano, che conclude a 4’11.79, pochi centesimi in più rispetto al suo personale. Settimo miglior tempo per la nuotatrice di Sorrento, nella classifica generale.

Il podio

1. Giordana Artic (CC Aniene) 4’07″46 pp
2. Antonietta Cesarano (Time Limit) 4’07″53
3. Noemi Cesarano (Time Limit) 4’07″56

assoluti invernali 400 stile libero

Antonietta Cesarano, Giordana Artic, Noemi Cesarano

Le gare del pomeriggio

100 misti femminili

Di nuovo in vasca Bruno Pesole impegnata nella 100 misti. Tempo per niente ottimale per la Olimpic Nuoto Napoli, che sale di molto rispetto al suo personale. Chiude ultima nella sua batteria, in cui comanda Costanza Cocconcelli. La 2002 delle Fiamme Gialle non tocca neanche il minuto nella serie. Per Pesole 1’04.23, valevole per il 19esimo crono.

Il podio

1. Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle/Azzurra 91) 59″24
2. Anita Bottazzo (Imolanuoto) 1’00″34
3. Sonia Laquintana (Azzurra 91) 1’00″50

200 farfalla femminili

Secondo posto in batteria per Roberta Piano Del Balzo, tesserata per la Caravaggio SV. Prima apparizione per la classe ’98. Peggiora lievemente il suo tempo, ma chiude la gara con un 2’09.39, appena uno slancio più lento nel buttare la mano sul sensore. Infatti, la separano dal primo posto appena 3 centesimi.

Appena un settimo posto per Antonella Crispino che gareggia per Centro Sportivo dell’Esercizio e per l’Assonuoto Club Caserta. Lontanissima dal podio conquistato da Ilaria Cusinato reduce anche dalle fatiche della World Cup. La nuotatrice veneta accelera i tempi, abbassando l’asticella per un posto sul podio. batteria più veloce la sua, mentre leggermente più lente la seconda in cui gareggiava Piano Del Balzo. Per la campana settimo tempo in classifica generale.

Il podio

1. Ilaria Cusinato (Fiamme Oro/Team Veneto) 2’06″09
2. Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto) 2’07″20
3. Federica Greco (Aurelia Nuoto) 2’08″85

200 dorso maschili

Raffaele De Simone torna in vasca dopo la competizione della lunga distanza di ieri pomeriggio. Un terzo posto in batteria per il campano tesserato da Time Limit, la cui gara, però, non è tra le più veloci. Tempi ampi anche per i primi di batteria due, mentre in batteria 1 partono forte Restivo, Lamberti e Mora. Per De Simone, dunque, un crono di 1’57.96, che vale il decimo posto in graduatoria generale.

Il podio

1. Lorenzo Mora (Fiamme Rosse/Amici Nuoto Modena) 1’50″23
2. Matteo Restivo (Carabinieri/RN Florentia) 1’54″11
3. Michele Lamberti (Fiamme Gialle/GAM Team) 1’54″24

200 rana femminili

Prestazioni non esaltanti per le campane in vasca per i 200 rana, dove trionfa Martina Carraro, seguita da Francesca Fangio. Impegnate in vasca Antonella  Mastrorilli che in batteria conquista il quarto posto. Un 2’30.02 leggermente superiore al suo tempo personale.

Ottavo posto per Giorgia Troncone impegnata in batteria 3, una batteria abbastanza lente rispetto ad alcune. Per la tesserata della Caravaggio SV 2’33’.56. Crono che vale il 26esimo posto in classifica generale. Peggio fa Carolina Genovese quarta nella sua batteria, su cinque partecipanti, con un tempo altissimo: 2’33.90, peggiorando di pochi centesimi il suo personale.

Il podio

1. Martina Carraro (Fiamme Azzurre/Azzurra 91) 2’21″11
2. Francesca Fangio (Esercito/In Sport) 2’21″32
3. Lisa Angiolini (Virtus Buonconvento) 2’21″97

50 stile libero maschili

Il podio

1. Leonardo Deplano (Carabinieri/Aniene) 21″38
2. Alessandro Miressi (Fiamme Oro) 21″40
3. Manuel Frigo (Fiamme Oro/Team Veneto) 21″85

100 dorso femminili

Unica campana in gara è l’Assonuoto Club Caserta Ilaria Forte che gareggia in batteria 3, concludendo la gara superando il minuto. Per lei un tempo simile al suo personale, con qualche centesimo in più-Si registra un 1’01.76.

Il podio

1. Silvia Scalia (Fiamme Gialle/Aniene) 56″78 PP e tempo valido per i Mondiali
2. Margherita Panziera (Fiamme Oro/Aniene) 57″90
3. Martina Cenci (Fiamme Oro/Aurelia Nuoto) 58″25

800 stile libero maschili

Avrebbe dovuto partecipare Pasquale Angelo Giordano, ,ma il Circolo Canottieri ha deciso di non partecipare alla competizione. Assenti anche i big della specialità Lamberti, Detti e De Tullio.

Il podio

1. Davide Marchello (Aurelia Nuoto) 7’41″49
2. Filippo Bertoni (Aniene) 7’41″56
3. Luca De Tullio (Fiamme Oro/Aniene) 7’42″73

1500 stile libero donne

Il podio

1. Simona Quadarela (Aniene) 15’41″79
2. Isabella Sinisi (Aniene) 16’06″34
3. Alisia Tettamanzi (Marina Militare/Nuotatori Milanesi) 16’17″75

200 misti maschili

Partecipante Patrik Delladio che arriva al quinto posto nella batteria: 1’58.41 il tempo di conclusione delle otto vasche miste, Rallenta nella 50 della rana, mentre fa ottimi tempi sotto i trenta secondi nelle altre tre.

Il podio

1. Alberto Razzetti (Fiamme Gialle/Genova Nuoto My Sport) 1’54″06
2. Lorenzo Glessi Esercito/Gorizia Nuoto) 1’54″70
3. Massimiliano Matteazzi (In Sport) 1’56″81

100 stile libero

Ultima gara della due giorni la gara regina per le donne. In acqua per la Campania Viola Scotto Di Carlo, Marina Cacciapuoti e Bruna Pesole. Per quest’ultima una giornata negativa in cui conclude all’ultimo posto anche nella gara regina in batteria 3.

Per Scotto Di Carlo un ottima batteria, in cui vince con un 54’70, che non basta per arrivare a podio. Quinto tempo complessivo. Davanti Tarantino e Cocconcelli. Chiara Tarantino è inferiore di 1.35. Penultimo posto per Marina Cacciapuoti, che finisce la sua gara davanti ad Elena Di Liddo.

Il podio

1. Chiara Tarantino (Fiamme Gialle) 53″35 PP
2. Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle/Azzurra 91) 53″55
3. Giulia D’Innocenzo (Carabinieri/Aniene) 54″22

Clicca qui per i tempi federali

Clicca qui per i risultati completi

Potrebbe interessarti anche

Nuoto. Assoluti invernali: via alla competizione, i risultati e i podi