Nuoto. Assoluti invernali: via alla competizione, i risultati e i podi

Giorno 1 per gli Assoluti Invernali di Riccione. Gli atleti sono scesi in vasca nella mattina e nel pomeriggio.

Primo giorno di gare per gli Assoluti Invernali di Riccione 2002. Ultimo step per le qualificazioni ai Mondiali Melbourne 2022 che si terranno a dicembre. Sessioni di gare divise tra la mattina e il pomeriggio.

Le gare della mattina: podi e prestazioni dei campani

4×100 misti maschili

Otto gare questa mattina. Si parte dai 4×100 maschili. Quattro serie e assenti importanti nella dura gara.  Due campani presenti nella starting list: Patrick Delladio della Time Lmit, e Stefano Avino della Olimpic Napoli Nuoto. Il primo ha conquistato il primo posto nella propria batteria, la seconda, concludendo la gara con un tempo di 4’11.14. Non un crono adeguato per la qualificazione, essendo superiore allo sbarramento di 4’03.59. In ogni caso migliora il suo personale, accelerando di due secondi circa.

Per quanto riguarda Avino, non si può dire lo stesso. Tempi per ogni ritorno di oltre 30” che non fanno che allungare i suoi tempi. Chiude in batteria tre all’ultimo posto in classifica.

Ultimo posto, dunque, anche in classifica generale, mentre per Delladio è il quarto miglior tempo.

Il podio

1. Pier Andrea Matteazzi (Esercito / In Sport Rane Rosse) 4’09″79
2. Pietro Paolo Sarpe (CC Aniene) 4’10″34
3. Simone Spediacci (In Sport Rane Rosse) 4’11″00 pp

50 dorso femminili

Nessun campano nella gara dei 50 dorso femminile, dove trionfa Silvia Scalia. Alle sue spalle Elena Di Liddo e Costanza Cocconcelli.

Il podio

1. Silvia Scalia (Fiamme Gialle / CC Aniene) 26″54
2. Elena Di Liddo (Carabinieri / CC Aniene) 26″74
3. Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle / Nuoto Club Azzurra 91) 26″86

50 farfalla maschile

Un atleta nei 50 farfalla maschili sono presenti atleti campani. Miglior tempo per Matteo Rivolta con 22.43. Terzo posto per Simone Stefanì che è arrivato sul podio bronzeo anche nella batteria, la terza. Tempo per il Fiamme oro tesserato per la Time Limit 23.03, leggermente superiore al muro federale di 22.39.

Il podio

1. Matteo Rivolta (Fiamme Oro / CC Aniene) 22″43
2. Michele Busa (Imolanuoto) 22″93
3. Simone Stefanì (Fiamme Oro / Time Limit) 23″03

200 stile libero femminile

Tre campane nella gara dei 200 metri stile libero. Ottima prestazione per Brune Pesole che chiude la sua batteria con un terzo posto. Tempo di 2’01.03, peggiorando il suo tempo migliore di più di un secondo. Squalificata Sveva Schiazzano della Nuotatori del Golfo. Quarto posto in batteria per Antonietta Cesarano. Una delle sorelle casertane della Time Limit, chiude dietro Panziera, Mizzau e Vetrano in auna batteria molto veloce.

In classifica generale quinto miglior tempo per Cesarano e ventesimo tempo per Pesole. Assente di lusso Simona Quadarella. Non partecipa neanche Noemi Cesarano.

Il podio

1. Margherita Panziera (Fiamme Oro / CC Aniene) 1’57″07
2. Alice Mizzau (Fialle Gialle / Vis Sauro) 1’58″03
3. Giulia Vetrano (RN Torino) 1’58″09

50 rana maschili

Per la Time Limit scende in vasca Flavio Mangiamele, che chiude la gara in 0’27.62 a pari merito con Rizzardi. Parità, dunque, che si protrae anche nella classifica generale. Assente di lusso, il campione Nicolò Martinenghi reduce dalla World Cup tra Berlino-Toronto-Indianapolis.

Quattordicesimo tempo per Mangiamele, quindi. In cima alla classifica Simone Cerasuolo che stacca a 25.90, sotto lo sbarramento dei 26.09. Si avvicina, dunque, Melbourne per il ranista della Imolanuoto e GS Fiamme Oro.

Il podio

1. Simone Cerasuolo (Fiamme Oro / Imolanuoto) 25″90
2. Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto) 26″18
3. Federico Poggio (Fiamme Azzurre / Imolanuoto) 26″74

100 rana femminile

Tre campane in gara per la gara in cui domina Benedetta Pilato, che nella sua batteria arriva prima. In gara, dunque, Chiara Della Corte, della Campania Sport, Carolina Genovese, tesserata per Assonuoto Club Caserta, e Antonella Mastrorilli della Ecumano Space.

Un buon secondo posto per Della Corte, nella batteria numero due. Out Sara Franceschi che decide di non partire. Per la classe 2005, arrivo con 44cen di ritardo rispetto alla prima Francesca Zuppa. Crono di 1’08.33, leggermente superiore al suo miglior personale. Non in giornata Carolina Genovese che arriva nona in una batteria di 10, in cui c’è una squalificata, Anna Bizzotto. Crono di 1’10.76, oltre due secondi di ritardo rispetto al suo miglior tempo.

Antonella Mastrorilli chiude al terzo posto nella sua batteria, con un tempo leggermente superiore rispetto al personale. Chiude a 1’10.. Tutti tempi superiori al limite federale di 1’04’69. Gara comoda anche per Benedetta Pilato, che nonostante chiuda al primo posto con il miglior tempo, è al limite, grazie all’assicurazione di un posto a Melbourne per le medaglie conquistate a Budapest e Roma. Sesto tempo per Della Corte, 25esimo per Mastrorilli e 30esimo per Genovese.

Il podio

1. Benedetta Pilato (Fiamme Oro / CC Aniene) 1’04″66
2. Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika) 1’05″02
3. Martina Carraro (Fiamme Azzurre) 1’05″20

400 stile libero maschili

Nessun campano nella prima delle gare della lunga distanza. Il podio è occupato da Mattro Ciampi, seguito da Marco De Tullio e Matteo Lamberti. Tempo al limite per Ciampi che chiude la gara sull’1’38.31.

Il podio

1. Matteo Ciampi (Esercito / Livorno Aquatics) 3’39″31
2. Marco De Tullio (CC Aniene) 3’39″89
3. Matteo Lamberti (Carabinieri / GAM Team Brescia) 3’41″38

100 rana femminili

Avrebbe dovuto fare la sua apparizione nei campionati Viola Scotto Di Carlo per la gara dei 100 farfalla. Assente, però, la giovane bacolese assieme a Sonia Laquitana.

Il podio

100 farfalla fem.
1. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Nuoto Club Azzurra 91) 57″22
2. Elena Di Liddo (Carabinieri / CC Aniene) 57″48
3. Giulia D’Innocenzo (Carabinieri / CC Aniene) 57″78

Le gare del pomeriggio che chiudono il primo giorno

100 misti maschili

La sessione di gare del primo giorno si apre con i 100 misti maschili. in cui si presenta Patrik Delladio dopo l’ottima prestazione della mattina. Prima batteria per il Time Limit, che chiude al quinto posto con un tempo di 54.62. Un secondo di troppo per poter afferrare la qualificazione al Mondiale. Sesto tempo in graduatoria generale. Migliora, inoltre, il suo tempo personale di 55.16.

Il podio

1. Marco Orsi (Fiamme Oro/CN Uisp) 52”62
2. Lorenzo Glessi (Esercito/Gorizia Nuoto) 52”32
3. Nicolò Franceschi (NC Milano) 54”36 pp (precedente 54”74 del 25/04/2022 a Saronno)

200 rana maschili

Prestazione non esaltante per il tesserato Ecumano Antonio Albino. Chiude la batteria al settimo posto con un tempo superiore al personale: 2’10.60 valevole per il decimo posto in classifica generale. Assente di lusso, anche stavolta Nicolò Martinenghi.

Il podio

1. Gabriele Mancini (Marina Militare/CN Torino) 2’04”77 pp (precedente 2’07”67 del 30/11/2021 a Riccione)
2. Stefano Saladini (Imolanuoto) 2’06”07
3. Alessandro Fusco (Fiamme Gialle/CC Aniene) 2’06”48

200 dorso femminile

Nessuna campana tra le corsie per la terza gara del pomeriggio, i 200 dorso. Tempi altissimi in graduatoria generale, che non trova qualificati per il Mondiale di Melbourne. La prima, Martina Cenci, chiude a 2’05.16. Sbarramente, invece, a 2’03.99.

Il podio

1. Martina Cenci (Fiamme Oro/Aurelia Nuoto) 2’05”16
2. Federica Toma (Carabinieri/In Sport Rane Rosse) 2’07”41
3. Alessia Bianchi (In Sport Rane Rosse) 2’08”36

100 dorso maschile

In vasca Raffaele De Simone della Time Limit, che chiude al secondo posto della propria batteria, la quarta. Tempo leggermente superiore al suo persone di 54.06. In vasca, infatti, butta la mano quando il cronometro segna i i 54.52. Non arriva la qualificazione neanche per Simone Stefanì, che chiude al quarto posto in batteria con un tempo di 51.51. Per il Fiamme oro un terzo posto in coabitazione con Michele Lamberti in classifica generale.

Il podio

1. Lorenzo Mora (Fiamme Rosse/VVFF Modena) 49”98
2. Matteo Rivolta (Fiamme Oro/CC Aniene) 50”40
3. Michele Lamberti (Fiamme Gialle/GAM Brescia) 51”51
3. Simone Stefanì (Fiamme Oro/Time Limit) 51”51

50 stile libero femminile

Scende in vasca Viola Scotto di Carlo che diventa protagonista in una batteria velocissima in cui gareggiano anche le protagoniste dei Mondiali di Budapest e degli Europei di Roma. La bacolese, dunque, arriva quarta alle spalle di Silvia Di Pietro, Chiara Tarantino e Sara Curtis. Mette la mano 97cent prima di Elena Di Liddo.

Nella stessa batteria anche la Olimpic Nuoto  Napoli Marina Cacciapuoti che non riesce a tenere la scia e arriva all’ottavo posto in classifica parziale.

Scotto di Carlo stacca, dunque, a 24.94, leggermente superiore al suo personale di 24.62. Quinto tempo in classifica generale, con Cacciapuoti al 22esimo posto.

Il podio

1. Silvia Di Pietro (Carabinieri/CC Aniene) 24”10
2. Chiara Tarantino (Fiamme Gialle) 24”38
3. Sara Curtis (Team Dimensione Nuoto) 24”80 pp (precedente 24”95 del 30/10/2022 a Torino)

1500 stile libero maschili

In vasca Pasquale Giordano per il Circolo Canottieri Napoli. Un nono posto per il nuotatore classe 2004 che peggiora anche il suo tempo personale chiudendo la gara a 15’15.62. Tredicesimo tempo per Giordano in classifica generale.

Il podio

1. Ivan Giovannoni (Esercito/Aurelia Nuoto) 14’42”76
2. Luca De Tullio (Fiamme Oro/CC Aniene) 14’44”40
3. Davide Marchello (Aurelia Nuoto) 14’47”21

800 stile libero femminile

Nella seconda gara delle lunghe distanze, le donne secondo in vasca per gli 800 metri. In tre campane alla ricerca di un posizionamento ottimo: le sorelle Cesarano e Michela Caglio della Assonuoto Club Caserta. In vasca anche la regina assoluta: Simona Quadarella. Per quest’ultima un primo posto in batteria.

Nella stessa sessione di gara anche Antonietta e Noemi Cesarano. La prima chiude al terzo posto con un tempo di 8’25.10. Quarto posto per Noemi, con 20centesimi di ritardo sulla sorella.

Caglio chiude al settimo posto nella sua batteria, ultima in virtù dell’assenza di Valerie Buffa. Primo tempo in classifica generale per la Quadarella, fuori dallo sbarramento, ma con in tasca le medaglie d’oro di Roma che garantiscono la sua presenza in Australia. Tempi non sufficienti per le sorelle Cesarano, che chiudono come terzo e quarto tempo. Caglio al 17esimo posto con un tempo di 8’52.25, decisamente superiore al suo personale.

Personali battuti per le due stileliberiste casertane.

Il podio

1. Simona Quadarella (CC Aniene) 8’15”01
2. Isabella Sinisi (CC Aniene) 8’24”00
3. Antonietta Cesarano (Time Limit) 8’25”10

200 farfalla maschili

Solo Giacomo Pietrini in vasca come rappresentante della Campania. Batteria non spettacolare per il tesserato della Olimpic Nuoto Napoli, che chiude al settimo posto. 2’00.’04. Un tempo decisamente superiore al suo personale, che fa emergere la prestazione sottotono. Sedicesimo posto nella classifica definitiva.

Il podio

1. Alberto Razzetti (Fiamme Gialle/Genova Nuoto My Sport) 1’52”49
2. Giacomo Carini (Fiamme Gialle/Can. Vittorio da Feltre) 1’52”96 pp (precedente 1’53”53 del 05/11/2022 a Genova)
3. Christian Ferraro (Montebelluna Nuoto) 1’53”19 pp (precedente 1’55”79 del 20/03/2017 a Riccione)

200 misti femminili

Ottimo terzo posto in batteria per Chiara Della Corte seppur il suo personale sia di poco inferiore al tempo di gara. Della Corte chiude a 2’13.24, dietro Giada Alzatta e Francesca Fangio. Nella stessa batteria anche Bruna Pesole, che non riesce a far meglio dei 2’15.95 che non le appartengono. In gara, dunque, settimo posto.

Per quanto riguarda la classifica generale, invece, un buon undicesimo tempo che non basta per la qualificazione ai Mondiali. Mentre 18esimo tempo per Pesole.

Il podio

1. Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle/NC Azzurra 91) 2’07”12 pp (precedente 2’08”59 del 06/11/2021 a Kazan)
2. Sara Franceschi (Fiamme Gialle/Livorno Aquatics) 2’07”38 pp (precedente 2’08”20 del 16/09/2021 a Napoli)
3. Ilaria Cusinato (Fiamme Oro/Team Veneto) 2’08”00

100 stile libero maschile

Ultima gara per il primo giorno è la gara regione, con valenza olimpica. In vasca per la Campania Gaetano Spagnuolo. Gareggia in batteria 3 e chiude al quinto posto con un tempo di 49.65 superiore al personale. Campano che scivola al 23esimo posto in classifica generale assieme al Nuotatori Milanesi Sernagiotto.

Il podio

1. Alessandro Miressi (Fiamme Oro/CN Torino) 46”41
2. Paolo Conte Bonin (Team Veneto) 46”46 pp (precedente 46”91 del 14/04/2022 a Riccione)
3. Giovanni Carraro (Riviera Nuoto) 47”26

Clicca qui per i tempi federali

Clicca qui per i risultati completi

Potrebbe interessarti anche

Nuoto. Domani gli assoluti invernali a Riccione, i campani in gara