Napoli. Capitan Insigne raggiunge Luis Vinicio

Quella andata in scena ieri sera allo stadio San Paolo, impianto che a stretto giro sarà nominato Diego Armando Maradona in onore appunto del calciatore più grande di tutti i tempi (CLICCA QUI), è stata una giornata da incorniciare per Lorenzo Insigne. Il capitano del Napoli, in occasione del big match contro la Roma di Paulo Fonseca, si è reso autore di una prestazione sontuosa che ha permesso agli azzurri di mister Gennaro Gattuso di tornare a riabbracciare la vittoria.

Perfetto in ogni zona del campo. Il numero 24 del club partenopeo ha disputato una gara di grande livello, da vero capitano. Una prova sontuosa che Lorenzo Insigne ha messo in mostra in onore di Diego Armando Maradona, leggenda del calcio scomparsa prematuramente mercoledì scorso. L’attaccante degli azzurri ha reso omaggio a D10S, figura che ha reso grande Napoli ed il popolo partenopeo, con uno dei suoi marchi di fabbrica. Lorenzo Insigne ieri ha incantato tutti, non solo per l’ottima prestazione, ma per il gran gol su calcio di punizione che ha dato il via alla goleada azzurra (4-0).

Una rete che Insigne di sicuro non dimenticherà mai per le grandi emozioni provate in una serata nel segno di Maradona. Vestire la maglia azzurra da capitano e segnare un gol in omaggio all’idolo di Napoli e del calcio mondiale per un napoletano è un qualcosa di unico. A diversi tifosi azzurri piace pensare che quella pennellata di Insigne, imparabile per Mirante, sia stata accompagnata in porta da lassù proprio da Maradona che di punizioni contro le leggi della fisica ne ha calciate. Un gol significativo che è valso a Lorenzo Insigne anche un prestigioso riconoscimento. Infatti, con la rete messa a segno ieri, il capitano del Napoli ha raggiunto la leggenda Luis Vinicio (con i partenopei dal 1955 al 1966: 69 gol) in decima posizione per numero di gol realizzati con la maglia azzurra. Un grande riconoscimento per Lorenzo Insigne, autore contro la Roma di una prestazione perfetta.

 

Nunzio Marrazzo