Vittoria beffarda, il Napoli stende il Granada ma è fuori dall’Europa League

Un successo beffardo per il Napoli, che ha la meglio sul Granada ma dice addio all’Europa League in virtù della gara d’andata. Si era messa subito bene per gli azzurri, capaci di sbloccare il match con Zielinski in avvio di gara, ma poi il pareggio Montoro ha smorzato un po’ gli animi. Nella ripresa Fabian Ruiz riaccende la fiammella della speranza, che però si affievolisce col passare del tempo.

ZIELINSKI A FREDDO, MONTORO LA RIPRENDE – La partenza che Gattuso sognava. Pronti via e il Napoli passa in vantaggio al 3′ con Zielinski, che al termine di una percussione, sfonda per le vie centrali e supera Rui Silva. Reazione quasi immediata del Granada che impatta con Puertas, ma il numero 10 spagnolo è in fuori gioco e Siebert annulla. Una rete subita a freddo che toglie sicurezza negli uomini di Martinez, che sembrano sbandare ma lentamente provano a riprendersi. Gli azzurri, però, non ne approfittano, concedendo campo agli avversari. Una gara viva, la posta in palio fa aumentare i livelli delle due squadre che cercano la rete, seppur chiudendo le mura difensive. Prova ad aumentare la pressione e a sfondare sulla sinistra dove il Napoli sembra maggior mente scoperto. L’insistenza spagnola viene premiata quando Foulquier pesca in area di rigore Montoro, che perso da Maksimovic, di testa trova la rete del pareggio. Trascorsa la mezz’ora di gioco, i partenopei si fanno vedere nuovamente dalle parti di Rui Silva. Con un calcio piazzato Insigne cerca il nuovo vantaggio, ma la conclusione si stampa sulla traversa. L’ultima parte della prima frazione di gioco è abbastanza frammentata, fioccano i cartellini gialli per ambo le parti. In pieno recupero Di Lorenzo riporta in vantaggio il Napoli, ma la rete viene annullata per posizione di fuori gioco. Il Granada perde prima Gonalons per infortunio, sostituito da Diaz, e poi Neva, che esce dal campo ma non viene sostituito. Le squadre vanno a riposo con il risultato bloccato sulla parità.

VITTORIA BEFFARDA – Ad inizio ripresa Perez prende il posto di Neva, mentre Gattuso manda nella mischia Ghoulam che sostituisce Maksimovic. Il Napoli cambia quindi volto, passando da un 3-4-1-2 ad uno scolastico 4-4-2 con Di Lorenzo che torna sulla linea difensiva. Emlas non sfrutta una grossa chance per passare nuovamente in vantaggio. Intanto il Granda perde il terzo giocatore per infortunio, il capitano Sanchez esce dal campo, al suo posto Herrera. Gli azzurri tornano in corsa per la qualificazione, quando Fabian Ruiz riceve da Insigne e riporta in vantaggio i suoi. Entra anche Mertens per Elmas, per dare maggiori soluzioni offensive alla manovra dei partenopei. L’inerzia della sfida è tutta in favore di Insigne e compagni, le catene di destra e di sinistra lavorano bene, ma manca solo l’ultimo passaggio. Si gioca prettamente nella metà campo del Granada, che difende e prova a ripartire. Come nella prima frazione, nel finale la gara inizia ad essere frammentata, si gioca veramente poco, con i calciatori spagnoli più bravi distesi che in piedi. Dopo sette minuti di recupero arriva il fischio finale, il Napoli vince ma è fuori dall’Europa League, il Granada va avanti grazie al risultato dell’andata.

TABELLINO DI GARA
SSC NAPOLI – GRANADA CF: 2-1 (1-1 pt)

Napoli (3-4-1-2): Meret; Rrahmani, Maksimovic (46′ Ghoulam), Koulibaly; Di Lorenzo, Fabian, Bakayoko, Elmas (60′ Mertens); Zielinski; Politano, Insigne. A disposizione: Contini, Idasiak, Cioffi, Costanzo, D’Agostino, Labriola, Lobotka, Mertens, Mario Rui, Zedadka. Allenatore: Gennaro Gattuso

Granada (4-2-3-1): Rui Silva; Foulqueler, Duarte, Sanchez (55′ Herrera), Neva (46′ Perez); Montoro (83′ Vallejo), Brice; Puertas, Gonalons (45’+2′ Diaz), Kenedy; Molina (83′ Soldado). A disposizione: Escandell, Fabrega, Aranda, Manchis, Ruiz, Torrent. Allenatore: Diego Martinez Penas

direttore di gara: Daniel Siebert (GER)
assistenti: Jan Seidel (GER) e Dominik Schaal (GER)
IV uomo: Daniel Schlager (GER)
VAR: Christian Dingert (GER)
AVAR: Bibiana Steinhaus (GER)

marcatori: 3′ Zielinski (N), 25′ Montoro (G), 59′ Fabian (N)

ammoniti: Kenedy (G), Politano (N), Montoro (G), Duarte (G), Insigne (N), Maksimovic (N), Sanchez (G), Herrera (G), Bakayoko (N), Foulquier (G), Koulibaly (N)
espulsi:
angoli: 6-3
recuperi: 7’pt, 7’st

ph credit: profilo Twitter SSC Napoli