UNINA Flegrea. Sconfitta nel derby “universitario” col CUS Napoli

Comincia con una sconfitta il cammino della Flegrea in C1. Al PalaDomitia il Cus Napoli vince 6-4: a 14″ dal termine della prima frazione Sarnataro spezza l’equilibrio dopo il 2-2 agguantato da Rocco e Canzanella; nel secondo tempo Giacalone e Sacco indirizzano e chiudono la contesa. Sabato 25 settembre trasferta a Mondragone tra le mura dell’Olympique Sinope.
La gara vede subito il tentativo di Solombrino neutralizzato da Cecere, che deve poi soccombere al sinistro sotto l’incrocio di D’Avalos. Un fallo su Giacalone, non chiaramente all’interno dell’area, permette a Sarnataro di realizzare il rigore del doppio vantaggio ospite. La punizione di Rocco rimette in partita la Flegrea: 1-2. La girata di Viscido sbatte su Amoruso, poi nuovo tentativo del 10 che è preludio al pari. Canzanella approfitta di una deviazione e fa 2-2 sotto porta. Viscido al volo sfiora il sette, dall’altra parte pericoloso Raffio e l’estremo difensore di Scamardella è strepitoso in uscita su Solombrino. A 14″ dal duplice fischio ancora Sarnataro, però, permette al Cus Napoli di trovare il 2-3 con cui si va negli spogliatoi.
Nella ripresa nuovamente il pivot di Russo sfiora la tripletta. Goal sbagliato, goal subito, l’aggancio di Viscido è splendido e la trasformazione saltando il portiere è semplice per il 3-3. Il solito Sarnataro sfiora il legno, Solombrino coglie la traversa ma è Giacalone a colpire con il destro per il 3-4. In meno di un minuto anche la spaccata di Sacco per la cinquina. Occasione per Viscido, Amoruso gli sbarra la strada. Il fallo di mano di Rocco permette a Sarnataro di gonfiare la rete con un altro penalty, il break del laterale locale numero 7 e l’assist per Bennardo che fissa il 4-6 finale.