Torneo delle Regioni. Allievi in Semifinale, Gazzaneo e Scarfiato: “Ragazzi esemplari, veri uomini”

Finisce con il successo della Campania, in rimonta, la partita contro il Friuli Venezia Giulia giocata questa mattina alle 11:00 al Lavis. Gli Allievi sotto di un gol riescono a rimontare lo svantaggio grazie ai gol di Capone e Nunziate, capocannoniere della squadra con 4 marcature all’attivo.

Un primo tempo caratterizzato da una lunga fase di studio, poi nel secondo tempo iniziano ad arrivare i gol. Il Friuli passa in vantaggio con Del Fabbro, un errore della formazione allenata da Valerio Gazzaneo. Poi il cambio tecnico con l’ingresso di un altro esterno ed un cambio modulo che hanno cambiato le sorti del match. Con il 4-2-3-1 gli Allievi sono riusciti a pareggiare prima ed in pieno recupero sorpassare i friulani conquistando la semifinale che mancava ormai da decenni. Infatti l’ultima volta che la categoria ha conquistato i Quarti di finale risale a circa sette anni fa.

Al termine del match, la nostra redazione ha contattato l’allenatore Valerio Gazzaneo e il Coordinatore delle Rappresentativa Nino Scarfiato. Entrambi orgogliosi del traguardo raggiunto.

“Sono orgoglioso di questi ragazzi -esordisce Valerio GazzaneoSono dei veri uomini, li ringrazio per questo traguardo importantissimo. E’ un successo che mancava da tanto tempo e che diventa ancora più importante visti i tempi di preparazione. Il primo raduno l’ho fatto il 30 gennaio. Ci ho messo un mese circa per selezionare i 20 che avrebbero giocato il Torneo. Alla fine la preparazione tecnica e tattica è stata di sole tre settimane. Quindi questa vittoria ha un valore ancora più grande. I ragazzi meritano il meglio, perchè con il cuore e l’impegno siamo riusciti ad andare avanti nella competizione”.

“Sono dei giovani vecchi -commenta invece Nino Scarfiato, Coordinatore delle Rappresentative- Traguardo importantissimo anche per come è arrivato. Il Friuli ha segnato su nostro errore ma poi loro sono stati bravi a premere sull’acceleratore e attaccare a testa bassa. Il Friuli, per antonomasia, è una squadra molto forte e compatta, quindi la nostra vittoria assume ancora più valore, per me è motivo di orgoglio. Ero convinto che venerd√¨ saremmo partiti per tornare a casa e nei giorni scorsi ho detto loro ¬´Divertiamoci, portiamoci via qualche sfizio¬ª. Adesso ci siamo qualificati per la semifinale e speriamo che tutto prosegua per il meglio. Questi sono ragazzi meravigliosi e meritano il meglio”. Non solo gli Allievi, ma anche la Femminile questo pomeriggio è attesa in campo nella speranza di portare a casa una impresa storica: “Per la Femminile voglio sottolineare una cosa importante: queste ragazze si stanno impegnando tantissimo. Hanno poco tempo per allenarsi eppure stanno crescendo tanto. I nostri successi, compreso quello degli Allievi, è merito degli allenatori che ho scelto. Una scelta, tra l’altro che rifarei mille volte. Sono competenti, preparati ed umili. Stanno facendo un grandissimo lavoro. Quello delle ragazze è un traguardo storico, mancava da 25 anni la qualificazione ai quarti e speriamo oggi di scrivere la storia arrivando in semifinale. Il gruppo è cresciuto tantissimo in un anno. L’anno scorso siamo usciti con un passivo di 12 gol subiti e uno solo fatto. Questo le statistiche dicono altro”. le puntualizzazioni non si limitano alle prestazioni in campo: “Stiamo portando in alto il nome della Campania sia sportivamente parlando sia dal punto di vista del comportamento. Contrariamente ai luoghi comuni che ci vogliono incivili abbiamo ricevuto elogi per il comportamento dei nostri ragazzi in tutti gli alberghi. E vorrei dire una cosa molto importante. I nostri ragazzi, tutti compresa la Femminile, sono stati vittime di cori discriminatori dagli spalti. Sentire “lavali col fuoco” a questi ragazzi del 2000 è veramente vergognoso. ieri le ragazze hanno risposto alla grande, andando, dopo la vittoria, a gridare sotto la curva “Vesuvio lavaci tu”. Mi hanno fermato, perchè questi cori mi hanno schifo e mi fanno schifo le persone che li intonano. Ho cercato di consolare i ragazzi dicendo che questa è conseguenza di invidia, di pensare a giocare come sanno fare e di rispondere cos√¨. Oggi, però, devo sottolinearlo. il pubblico è stato corretto. Hanno pensato a sostenere i propri ragazzi e non sono arrivati questi cori ingiuriosi. Ora però è tempo di festeggiare, perchè questi ragazzi meritano il meglio, sono meravigliosi”.

Adesso sotto con il prossimo turno, che si giocherà domani. La Campania affronterà le Marche uscite vittoriose contro l’Umbria.

Cristina Mariano