“Top & Flop”. Gragnano ancora tra le migliori, Sarnese da rivedere

Seconda edizione della nostra nuova rubrica “Top & Flop” in cui analizziamo la giornata delle migliori e delle peggiori tre squadre nell’ultima giornata del campionato di Serie D. In questa settimana eccezionalmente quattro top, con due a pari merito.

TOP

Città di Gragnano – La squadra di Rosario Campana entra di diritto per la seconda volta consecutiva nella top three della nostra rubrica. I leoni sono reduci da un importante pareggio a Picerno, dove la capolista Az non è riuscita a trovare il gol. Bene Russo, il portiere che ha lasciato inviolata la porta. Sorriso sfiora e salva un gol, diventando quasi determinante. pareggio dal sapor di vittoria in terra lucana.

Savoia – Arriva la prima vittoria dell’era Campilongo sulla panchina oplontina. La squadra impegnata nella sfida contro il Francavilla al Fittipaldi riesce a portare a casa tre punti importanti per le ambizioni della squadra. A decidere è Giuseppe Ausiello, ma a sfiorare ripetutamente il gol è anche Costantino, autore di una prestazione importante. Gli oplontini creano poco, ma ottimizzano portandosi a casa il bottino pieno.

Gelbison – Prova di forza e sostanza per la squadra di Severo De Felice, che reagisce al gol iniziale del Fasano, avversario di turno dei cilentani. I rossoblù colpiti a freddo riescono a reagire e sfiorano quasi immediatamente il gol, complice un presa non sicura del portiere avversario. Uliano su punizione rimette le cose a posto. La Gelbison, quindi, si rimette in carreggiata trovando altri due gol, ma concede troppo in difesa, anche a causa del gol provocato dallo stesso Uliano nel finale. Fortunata la formazione rossoblù nel non subire gol, anche su ripartenze.

Portici – Cinque gol al Locri, squadra che non sta attraversando un periodo sereno, ma sicuramente una vittoria importante in chiave salvezza. E non solo. Un punto dalla zona play-off perla squadra di Mauro Chianese che si toglie un’altra soddisfazione vendicando il 4-1 della partita di andata. Seconda vittoria consecutiva per gli azzurri che porta in gol cinque calciatori in due partite.

FLOP

Pomigliano – Altra sfida proibitiva per la squadra di Marcello Casu che non riesce ad avere la meglio sul Bitonto. La squadra granata ospitata dal Solaro di Ercolano paga caro la non concretizzazione di alcune occasioni da gol. Subito Bitonto in forcing, ma ci pensa Sorrentino a mettere una pezza. Lacune difensive condannano il Pomigliano ai gol, ma anche tanta sfortuna, in particolare sul terzo gol, arrivato per un rimpallo del pallone sulla schiena di Mannone. Il Bitonto potrebbe anche dilagare, ma salva proprio l’estremo difensore locale.

Granata – Non cambia la musica in casa Granata. Ancora un sconfitta, la seconda di fila per il nuovo tecnico Maurizio Morra. Antonio Della Monica è l’unico che cerca di mettere una pezza dove può, ma la squadra non riesce a creare contro un Nola fisico che ha la meglio grazie ai gol di Tagliamonte e Storia. Non una partita entusiasmante, ma i bruniani hanno la meglio proprio grazie alla fisicità.

Sarnese – Lacune difensive che condannano la squadra di Pompilio Cusano allo 0-2 di Taranto. I granata ospiti allo iacovone subiscono la differenza del livello tecnico della formazione di casa, che sfiora subito il vantaggio. I gol sono entrambi figli di una disorganizzazione offensiva che fa pagare dazio ad una Sarnese che prova nel secondo tempo a farsi vedere, ma senza troppa convinzione.

Cristina Mariano

Condividi