Sorrento-Team Altamura 2-2. Cunzi la riaggancia: finisce in pari la partita infinita

Sorrento-Team Altamura potrebbe essere definita come la partita infinita. Otto i minuti di recupero e tanta rabbia in bocca per l’Altamura che esce dal campo con un 2-2 che lascia spiazzati gli ospiti. Gioisce invece il Sorrento, che con la doppietta di Evan Cunzi dal dischetto continua la striscia positiva cominciata contro il Gravina nel recupero infrasettimanale.

Sorrento-Team altamuraBOCCIATURA PER MANCINO – Il Team Altamura torna in campo dopo un mese circa di stop a causa dei contagi da Covid. Il ritmo è forsennato, tant’è che sin da subito La Scala cerca di far quadrare il suo assetto tattico. Una formazione, quella di Monticciolo che alza il baricentro, mettendo rapidamente all’angolo i padroni di casa. Rispondono bene i costieri, ma solo dopo il 27′, quando il tecnico locale decide di cambiare. Out Mancino, che parte malissimo, tenendo basso il baricentro dei rossoneri, e dento Cunzi, per un imprinting diverso al match. Mossa che sembra subito dare i suoi frutti nonostante arrivi il vantaggio dopo la mossa di Pino La Scala. Per Mancino una bocciatura vera e propria, ma non è per la prestazione che il trequartista è costretto a lasciare il campo. Infortunio per lui, che sembra aver accusato uno stiramento.

LA GARA DEI CALCI PIAZZATI –Finisce 2-2 la gara che va in scena allo stadio Italia di Sorrento. Un risultato da over certamente, ma che viene fuori da ben quattro calci piazzati. Al 38′ Masullo stende un avversario. Per il direttore di gara non ci sono dubbi. Punizione da posizione interessantissima che viene trasformata da Spano, ultimo acquisto dei biancorossi. Risponde appena dieci minuti più tardi il Sorrento con Evan Cunzi, dal dischetto. Sfatato il tabù rigori per i padroni di casa, che ne ricevono uno per l’atterramento di Cacace in area. Il numero 20 batte e trasforma sia nel primo che nel secondo tempo. La ripresa regala la stessa trama di gioco: ritmi altissimi, foga, ma velocità diminuita. Al 64′ ci mette una mano Camara e il Team Altamura può godere di un altro calcio di punizione dalla trequarti. Stavolta alla battuta va Casiello, ma nonostante siano cambiati i termini, il risultato è lo stesso. Palla in porta e Scarano non può nulla.  Il pareggio arriva quando ormai sembra arrivata la fine. Al 98′: palla per Cassata che circumnaviga l’area di rigore e viene atterrato non appena riceve nuovamente palla da Liccardi. Pochi dubbi, rigore per il tocco di Baradaji.

Dopo la vittoria arriva quindi un pareggio importante per la rincorsa alla salvezza da parte del Sorrento, che ha ancora qualche lacuna da colmare, ma sembra aver trovato una quadra promettente per un finale di stagione scoppiettante.

TABELLINO

Sorrento-Team Altamura 2-2 (1-1 pt)

SORRENTO (3-4-1-2): Scarano; Cacace, Mezavilla, Fusco; Basile, Camara (73′ Cesarano), La Monica, Masullo; Mancino (27′ Cunzi); Procida (66′ Cassata), Liccardi. A disposizione: Orazzo, Terminello, Gargiulo Ale., Cesarano, Cassara, Gargiulo Alf., Vitale, Maranzino, Cunzi. Allenatore.: Pino La Scala.

TEAM ALTAMURA (3-5-2): Donini; Russo (72′ Pantano), Kanoute, Lanzolla; Fedel, Baradji, Giadalupi (72′ Langone), Logoluso (92′ Lorenso), Casiello (72′ Lo Russo); Spano (84′ Bozzi), Croce. A disposizione: Bozzi, Langone, Terrevoli, Lorenso, Ansani, Lo Russo, Bozzi, Pantano. Alenatore: Alessandro Monticciolo

arbitro: Ferdinando Emanuel Toro di Catania
assistenti: 
Danilo Giacomini di Viterbo e Davide Rignanese di Rimini

marcatori: 38′ Spano, 43′ e 98′ Cunzi (rig), 64′ Casiello
tiri: 9-17
angoli:
1-3
fuorigioco:
4-2

ammoniti: Camara, Gaudalupi, Russo, Cesarano, Logoluso, Casiello
espulsi: 

recuperi: +2′, +8