Sorrento-Audace Cerignola 2-0. Tutto nella ripresa, Sandomenico illumina l’Italia

Torna alla vittoria la formazione rossonera, che in Sorrento-Audace Cerignola, si gode nuovamente la gioia dei tre punti. Gol arrivati nella ripresa, con Mezavilla su sviluppi di calcio piazzato e Sandomenico sul filo del triplice fischio.

COSTIERI RIMANEGGIATI ALL’AVVIO – Un Sorrento rimaneggiato arriva ad affrontare sul proprio campo il Cerignola. Il tecnico, infatti, non può contare su Cacace, ma neanche su La Monica squalificato, Gargiulo infortunato e un Masullo a mezzo servizio. Il difensore esterno, però, dovrà stringere i denti, perchè appena 12′ dopo l’avvio della gara, deve prelevare Terminiello. Il centrale si infortuna e piove sul bagnato per i padroni di casa.

SORRENTO SCIUPONE, CERIGNOLA POLVERI BAGNATE – Un primo tempo in cui il Sorrento non può che recriminare per il risultato, soprattutto nella seconda parte della prima frazione di gioco. Se per quasi mezz’ora la partita si è sviluppata quasi totalmente a centrocampo, non si può dire lo stesso nell’ultimo quarto d’ora. I costieri, infatti, creano occasioni nettissime per passare in avantaggio, ma ad un super Chironi, che risponde presente su Sandomenico e Liccardi, si oppone anche un gol  divorato da Camara. Il francese, protagonista di un mancato recupero quasi clamoroso, al 46′ cicca il tocco per il vantaggio. Pallone arrivato dalla destra proprio da Sandomenico, ma il centrocampista la spara altissima. L’estremo ex Lecce, però, si è distinto in tre occasioni, due su Liccardi, una su una punizione all’incontro di Sandomenico. Per il Cerignola poco da segnalare, se non una chiara occasione da gol nel finire del primo tempo. Al 48′ il centrale riceve da Malcore, Scarano c’è.

CERIGNOLA DOMATO NELLA RIPRESA – Nonostante uno sprint iniziale dell’Audace, nella ripresa il Sorrento scrive la parola vittoria sulla gara. Ci vogliono prima i pericolosi tentativi di Malcore e compagni, poi al 53′ Mezavilla indirizza la strada. Sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Masullo, il centrale sigla il vantaggio. Tap-in del brasiliano che mette i propri compagni in una posizione favorevole. I locali provano anche a raddoppiare, ma nonostante le palle gol create, non arriva il tocco propizio per insaccare alle spalle di Guarnieri. Dal canto suo i gialloblù provano a recuperare, ma Scarano c’è e risponde presente. Si stringono le maglie del Sorrento, da cui non passa più niente. L’agonia di padroni di casa si conclude comunque al 93′, quando un contropiede mette il pallone sui piedi di Marino. Tiro a incrociare, ma Guarnieri respinge al centro dell’area. Sandomenico non si fa attendere e manda in porta per il 2-0.

SANDOMENICO, CHE DELIZIA – Colpo di genio da parte di Antonio Amodio nel prendere tra le fila rossonere Salvatore Sandomenico. Già nelle scorse partite, infatti, aveva dimostrato maestria nella gestione della palla, ma soprattutto nell’attare gli spazi. Nella gara contro gli ofantini, l’ex Turris si fregia di essere praticamente il migliore in campo, nonostante un erroraccio sotto porta al 75′. Pallone arrivatogli dalle retrovie e corsa per il numero 10, che però, tira addosso al portiere avversario, divorandosi, come Camara, l’occasione per chiuderla. L’errore non intacca la buona volontà e l’ottima lettura di gioco del calciatore, che sempre presente nel vivo dell’azione, riesce a riscattarsi sul chiudere del match. Insidioso anche sugli angoli ha sfiorato per due volte l’occasione di mandare a vuoto Guarnieri direttamente dalla bandierina.

TABELLINO

Sorrento-Audace Cerignola 2-0 (0-0 pt)

Sorrento (3-4-3): Scarano; Terminiello (12′ Masullo), Mezavilla, Fusco; Basile, Camara, Maranzino (85′ Langella), Gargiulo; Cassata (81′ Mancino), Liccardi (90′ Marino), Sandomenico. A disposzione: Orazzo, Cesarano, Masullo, Langella, Giordano, Mancino, Marino, Somma. Allenatore: Pino La Scala

Audace Cerignola (3-5-2): Chironi (46′ Guarnieri); Allegrini, Aboameng (64′ Spienlli), Manzo; Ciafardini, De Cristofaro, Verde, Esposito (70′ Barrasso), Russo; Achik (78′ Nardella), Melcore. A disposizione: Guarnieri, Sellitti, Acampora, Barrasso, Amabile, Lioce, Salvemini, Spinelli, Nardelli. Allenatore: Michele Pazienza

arbitro: Alberto Poli di Verona
assistenti: Ares Beggiato di Schio; Alessandro Anedda di Cagliari

marcatori: 53′ Mezavilla, 93′ Sandomenico
tiri: 14-13
angoli: 5-5
fuorigioco: 1-2

recuperi: +4′ pt, +5′ st
ammoniti: Verde Basile, Gargiulo, Cassata
espulsi: