Sorrento 1945. Costieri con una nuova linfa: la cura Maiuri c’è, ma Lattanzio decide

Il Sorrento cade contro l’Audace Cerignola di mister Leonardo Bitetto, con gli ofantini a trovare la vittoria solo al 94′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Una beffa finale per la squadra affidata la scorsa settimana a Vincenzo Maiuri, dopo le dimissioni di Antonio Guarracino.

Allo stadio Italia il Sorrento mette in scena una prestazione diversa da quanto visto sinora. I costieri, infatti, attaccano a pieno organico e una difesa ordinata. Daniele Giordano salva al primo tempo su un errore di Russo, che come contro il Gragnano mette in pericolo il risultato. Il portiere si dimostra decisivo in diverse occasioni, ma è il reparto avanzato che si mette in mostra.

Un rinvigorito De Angelis trova la seconda rete stagionale, da calcio di rigore, ma sfiora la marcatura in diverse occasioni. Un match nel match, una sfida a distanza con Nadarevic, che cerca di andare a far male all’estremo ex Gragnano, ma solo il colpo di testa di Lattanzio aò 94′ e un penalty di Loiodice violano la rete di Giordano.

Sorrento che passa avanti e poi viene rimontato masticando amaro per quanto creato e non concretizzato. Tanta amarezza anche per il gol annullato a Guarro per un presunto tocco di mano proprio di De Angelis. La strada, però, è tracciata. La nuova era è iniziata.

Cristina Mariano

PH Credit Luigi Penna

Condividi