ShedirPharma Sorrento, Cuminetti: “Uniti usciremo da questo momento”

Cuore e unità di intenti. Questa la ricetta per riprendere la marcia e mettere alle spalle il momento delicato che sta attraversando la ShedirPharma Sorrento. Domenica contro Bari l’obiettivo sarà vincere, e ritrovare fiducia in vista delle ultime gare del girone di andata. I costieri si affidano alla grinta dei propri uomini migliori, e nessuno meglio di chi è soprannominato “El Tigre” può rendere al meglio questo concetto tanto semplice quanto efficace. Il martello argentino viaggia alla media di circa 10 punti partita, intravedendo all’orizzonte il traguardo della tripla cifra in Serie A. Sullo sfondo la città di Rosario che è garanzia di talento, Luca Cuminetti sta dimostrando di avere spalle larghe, e si prepara a trascinare i compagni sul taraflex ripercorrendo le orme dei concittadini Messi e Di María che han guidato l’Argentina al primo posto del Girone C ai Mondiali in Qatar.

La ShedirPharma Sorrento affronta il lavoro in palestra, partendo dai passi avanti fatti intravedere la scorsa settimana. “Credo che contro Ortona abbiamo fatto una buona partita. Affrontavamo una squadra forte, non so se ci ha battuto soltanto affidandosi alle individualità importanti di cui disponeva, ma penso che possiamo ancora migliorare limando alcuni aspetti del nostro gioco”.

Sul taraflex del PalAtigliana non c’è abbattimento, ma soltanto voglia che arrivi subito l’impegno contro Bari per dimostrare di non essere inferiore a nessuno. “Durante questa settimana abbiamo parlato molto tra di noi. Ci siam detti di restare uniti e lavorare sodo perché soltanto in questo modo potremo venir fuori da questo momento difficile. Contro Bari sarà una partita dura, come tutte quelle che affrontiamo settimana dopo settimana: dobbiamo essere concentrati, giocare in maniera intelligente per tornare a far punti e rendere felici i nostri tifosi”.

Non può mancare il consueto appello al pubblico, che mai come in questo momento deve trasformarsi nel settimo uomo in campo trasformando il PalAtigliana in una bolgia infernale. “Prima di tutto, ci tengo a ringraziare i nostri tifosi, che fin dalla prima partita ci sono stati sempre vicini riempiendo il nostro impianto in ogni ordine di posto. È bello poter giocare in un clima caldissimo, ci carica alla grande, e sono certo che anche domenica contro Bari spingerà al nostro fianco per tutta la durata della gara”