ShedirPharma Sorrento, ancora KO: Ortona vince

Terza sconfitta consecutiva per la ShedirPharma Sorrento, costretta a cedere tra le mura amiche alla corazzata Ortona in 4 set. I biancoverdi partono subito con l’atteggiamento giusto, e conquistano con merito il primo parziale mostrando intensità al servizio e grande attenzione nelle ricostruzioni. La squadra ospite assorbe bene il colpo a livello psicologico, e con pazienza gioca punto su punto trascinata da un Marshall incontenibile. Il martello italo-cubano vince il duello con Albergati (25 a 23), e con percentuali altissime in attacco permette ad Ortona di conquistare in rimonta il terzo successo stagionale in trasferta.

Coach Nicola Esposito parte con Aprea in diagonale con Albergati, Cuminetti e Starace in posto 4, Buzzi e Remo centrali, Donati libero. Risponde Lanci con Ferrato/Bulfon, Bertoli/Marshall, Iorno/Arienti, Benedicenti libero.

Prima del fischio d’inizio, si osserva un minuto di raccoglimento in memoria della vittime del dramma di Ischia.

PRIMO SET. Nelle prime battute il punteggio segue il cambio palla (2-2), Ortona prova ad allungare con un monster block di Arienti e la slash di Marshall (2-5), Starace trova il block-out su Ferrato, quindi Albergati va segno in diagonale dopo due disperate difese abruzzesi su Remo e Cuminetti (4-6). Remo trova l’ace su Benedicenti, ma gli ospiti accelerano e con il tap-in di Ferrato tornano a +3 (6-9). Buzzi mette le mani in faccia a Bertoli, Starace sale sul muro e piazza un diagonale stretto irresistibile, quindi doppio Albergati prima con un lob delicatissimo e poi con un mani fuori con il video check che parla biancoverde (11-11).

Cuminetti toglie la polvere dall’incrocio delle righe, la pestata di Bulfon porta per la prima volta Sorrento con il muso avanti e poi l’ace chirurgico di Starace con l’aiuto del net costringe coach Lanci a chiedere la sospensione tecnica (15-13). Al rientro la musica non cambia: Starace dai 9 metri ed è ancora ace per il +3 (16-13). Albergati dalla seconda linea finalizza un lungo scambio, Cuminetti inventa un pallonetto con il contagiri, Buzzi va a segno di pura astuzia, quindi Starace non perdona con un longline di pregevole fattura (20-17). Entra Grimaldi al servizio per Buzzi, Marshall vince il duello con Albergati, ma subito Remo riserva lo stesso trattamento a Bulfon (21-19).

Sorrento difende due volte su Marshall, consegnando a Starace il contrattacco del +3 (22-19). In Maretti per Starace. Bulfon serve in mezzo al net, Maretti va a segno dai 9 metri beffando Bertoli (quarto ace biancoverde in un primo set quasi perfetto), Marshall rintuzza, ma la magia di seconda griffata capitan Aprea permette ai costieri di mettere in cassaforte il primo parziale (25-21).

SECONDO SET. Sorrento riparte sulle ali dell’entusiasmo: block-out di Albergati e invasione di Bertoli (2-0), Albergati replica alla pipe di Bertoli, quindi l’opposto costiero salta con perfetta scelta di tempo e piazza un monster block sontuoso su Bulfon (4-2). Maretti va a segno in diagonale (5-3), Ortona impatta, ma i costieri tornano sul doppio vantaggio con una pennellata di Cuminetti all’incrocio delle righe, ed un muro di Buzzi su Bertoli (7-5). Andamento ad elastico: gli abruzzesi rientrano, Albergati è una furia, Remo va stretto nei 3 metri, quindi Maretti non perdona in parallela esterna (13-11).

Bertoli non molla, Bulfon trova il mani fuori (14-14), quindi gli ospiti mettono per la prima volta il muso avanti grazie all’efficacia di Bertoli (14-16). Ferrato imbecca Iorno (15-18), qualche imprecisione di troppo riporta gli uomini di Nicola Esposito a -1 (17-18), Pollicino sbaglia dai 9 metri (18-19), entra Grimaldi per l’effetto sorpresa in spin, ma c’è Marshall che alza i giri del motore e Ortona vola 18-21. Albergati (7 punti nel parziale) c’è e ribatte colpo su colpo (21-23), Bertoli regala 3 set-point (21-24), Cuminetti annulla il primo con un arcobaleno regale, ma poi Iorno non concede nulla e pareggia il computo dei set (22-25).

TERZO SET. Si parte con una slash di Marshall, ma subito Buzzi alza la saracinesca proprio sull’italo-cubano per mettere subito le cose in chiaro. Bulfon gioca sul muro biancoverde, quindi il PalAtigliana esulta al termine di un lungo scambio concluso con un errore di Ortona dopo un miracoloso salvataggio di piede firmato Maretti (2-3). Aprea illumina con un tocco a filo rete per Remo, Albergati gioca sulle mani del muro, poi Maretti chiude di prepotenza dopo una sontuosa ricezione di Donati su Bertoli (8-9). Maretti è on-fire e ringhia su Bulfon, Remo spolvera la riga esterna in primo tempo e poi si ripete con una murata d’autore (11-11).

Cuminetti passa al secondo tentativo con il pallone che si insacca tra net e muro (12-12), quindi si ripete con freddezza firmando il 13-14. Il turno al servizio di Ferrato crea seri problemi alla ricezione biancoverde, Marshall mette giù tutto (chiuderà il set con il 73% in attacco) e Ortona prende il largo (13-18). Coach Esposito ferma tutto, e al rientro Sorrento prova a riaprire i giochi: Donati calamita ogni pallone, Starace e Albergati vincono le resistenze abruzzesi ed è 16-18. Coach Lanci chiama time-out, Albergati fa la voce grossa a muro (17-19), entra Gargiulo dai 9 metri, quindi Marshall non fa sconti ed è 17-21.

Albergati chiude a incrociare, Starace non perdona (19-21), ma ancora il solito Marshall trova 2 punti consecutivi mettendo il set in discesa (19-23). Starace accorcia, Cuminetti risponde ad Arienti (21-24), ma ci pensa Bertoli d’astuzia a portare Ortona sul 21-25.

QUARTO SET. Gianpio Aprea e compagni partono carichi a pallettoni, per provare ad allungare il match al tie-break. Starace ribatte a Marshall, Bulfon sbaglia dai 9 metri e poi perde il duello ravvicinato con Remo sotto rete (3-2). Albergati non sbaglia un colpo, la palletta di Arienti è imprecisa (5-3), quindi nuovo attacco vincente di Albergati ed ace griffata Remo con bacio del nastro (7-6). Monster block di Cuminetti su Bulfon (8-7), ma gli abruzzesi sfruttano il turno al servizio di Bertoli per accelerare (8-11).

Albergati è una garanzia, c’è spazio per Imperatore con la sua float velenosa, e poi Remo dice di no al tentativo di seconda di Ferrato (13-14). Iorno attacca in primo tempo (15-18), Albergati scarica un missile imprendibile, Marshall non trova il campo, quindi l’opposto biancoverde estrae dal cilindro un mani fuori di pura esperienza (18-19), ma Ortona non si demoralizza e si affida alla classe di Marshall che con scioltezza piazza il 18-21.

Marshall difende su Albergati e poi chiude lo scambio (19-23), Arienti neutralizza Starace, Albergati spinge, ma un errore al servizio regala ad Ortona quarto set e partita (20-25).

SHEDIRPHARMA SORRENTO – SIECO SERVICE ORTONA 1-3 (25-21, 22-25, 21-25, 20-25)

SHEDIRPHARMA SORRENTO: Aprea 1, Albergati 23, Cuminetti 9, Starace 12, Buzzi 7, Remo 10, Donati (L). Cambi: Pontecorvo (L), Maretti 5, Imperatore, Gargiulo, Grimaldi. N.e.: Mangone, Piedepalumbo. All: N. Esposito.

SIECO SERVICE ORTONA: Ferrato 5, Bulfon 14, Bertoli 20, Marshall 25, Iorno 9, Arienti 9, Benedicenti (L). Cambi: Ceccoli, Pollicino. N.e.: Fabi, Vindice (L), Dall’Agnol, Di Tullio, Palmigiani, E. Lanci. All: N. Lanci.

Primo Arbitro: Rosario Vecchione
Secondo Arbitro: Dario Grossi

Durata Set: 29′, 29′, 29′, 29′.

Ace: 5-2. Battute Sbagliate: 9-13. Muri: 11-13.