Sessana. Quattro reti al Cimitile e settima vittoria consecutiva per i gialloblù

Strepitoso successo della Sessana che in trasferta batte per 4-1 il Cimitile e continua ala striscia vincente di sette vittorie consecutive. Una vittoria strameritata sul terreno di gioco, l’ostile campo del Cimitile è stato violato per la prima volta in campionato proprio dai gialloblù, il Peluso è un fortino, ben 24 punti dei 32 dei padroni di casa sono stati conquistati tra le mura amiche. Ma il sogno promozione deve continuare per i gialloblù che hanno l’unica defezione in Zamparelli, uscito anzitempo la settimana scorsa, sostituito egregiamente da Esposito che non ha fatto rimpiangere il numero 4. Nel Cimitile ben tre squalificati dopo il derby perso contro lo Sporting Nola, Allocca, La Manna e Marano sono costretti ad assistere sugli spalti alla sconfitta dei propri compagni. Match d’importanza vitale per i gialloblù che già dopo tre minuti di gioco passano in vantaggio. Il portiere di casa Iovino in uscita non legge bene il cross proveniente dalla sinistra, l’estremo difensore non blocca e serve a Bosco il più facile dei goal, il destro del numero sei termina in rete. Seconda gioia stagionale per il forte centrocampista che sta dimostrando su qualsiasi terreno di gioco tanta qualità e quantità, attributi necessari del centrocampista del nuovo millennio. Il Cimitile è in bambola, la Sessana è pericolosa dopo quattro minuti, punizione da lontano per Lepore che effettua un tiro-cross che termina di poco a lato. I gialloblù sono padroni del campo, il doppio tentativo di testa prima di Palumbo, bloccato dal portiere, poi di Brancaccio, esterno della rete, non regala la seconda rete ai gialloblù. Il Cimitile si fa vivo dalle parti di Iaccarino alla mezz’ora, ottimo lo scatto sul filo dell’offside di Sgambati che entra in area e lascia partire il tiro, il numero uno gialloblù si distende alla propria sinistra e respinge lateralmente, prova a mantenere viva l’azione Cittadino, ma l’azione termina in un niente di fatto. Minuti cruciali quelli tra il 36′ e il 38′ quando la Sessana raddoppia ed il Cimitile rimane in dieci. La prima emozione è il raddoppio degli ospiti: Emmanuele Franco riceve palla da un fallo laterale e crossa in area per Palumbo, il numero undici gialloblù è perfetto nello staccare con il terzo tempo, rimanendo quasi sospeso in area, il direttore avversario non può nulla, il pallone è nel sacco, per lo 0-2. Dopo due giornate di astinenza torna al goal l’Aquila gialloblù, nona rete in maglia gialloblù, acquisto azzeccatissimo del mese di dicembre. Il gioco fin troppo duro dei padroni di casa, letteralmente nervosi, non è gioco maschio, ma gli interventi dei locali sono duri. Troppo nervoso anche il capitano Zoppino che dopo aver abbattuto Palumbo sulla tre quarti ricevendo il giusto giallo, si lascia scappare una parola di troppo verso il direttore di gara che non ha dubbi e lo ammonisce per la seconda volta mandandolo anzitempo negli spogliatoi. Partita più che in discesa per gli ospiti che potrebbero triplicare prima della fine della prima frazione con Marraffino servito da Lepore, il suo destro è respinto centralmente da Iovino, Brancaccio prova a siglare il tap-in, ma è in posizione irregolare. Ottima Sessana, concreta, decisa e grintosa nella prima frazione, il doppio vantaggio è meritato. I gialloblù entrano in campo con la stessa voglia e dopo un solo minuto di gioco chiudono letteralmente il match: Brancaccio ubriaca di finte Caccavale e Cittadino che intontiti travolgono il numero dieci, deciso l’arbitro ad indicare il penalty: sul dischetto va lo stesso mancino gialloblù, pallone a destra, portiere a sinistra, 0-3. Aladino alla decima gioia stagionale, partito inizialmente in sordina, si sta rivelando un giocatore eccelso, sta scrivendo con il suo mancino pagine poetiche nel film del campionato gialloblù. Il match diventa praticamente una partita d’allenamento, la Sessana utilizza molto il giro palla provando ad offendere negli spazi grazie all’uomo in più e al triplice vantaggio. Il Cimitile, realizza però, al 68′ il goal della bandiera, discutibile decisione di un arbitraggio quasi perfetto dell’arbitro Cagno che assegna la massima punizione per fallo di Esposito su Sgambati, sul dischetto si presenta Cipolletta che colpisce forte alla sinistra di Iaccarino che quasi riesce a bissare la parata di sette giorni fa contro il Vico. Il match sembra riaperto per soli sette minuti di gioco, il Cimitile rimane addirittura in nove. Un retropassaggio sbagliato del centrocampo granata regalo a Bosco l’opportunità di andare a tu per tu con Iovino, il centrocampista gialloblù serve Marraffino che controlla e a porta sguarnita prova a siglare l’1-4, sulla linea di porta Nazzaro salva e rilancia, il pallone finisce sui piedi Palumbo che viene letteralmente falciato da Gonippo. Già ammonito, il numero otto riceve il secondo giallo, doccia anticipata anche per lui, il game over arriverà tra due minuti. Il game,set, match lo regala ai tifosi ancora Palumbo, splendida la palombella dell’attaccante gialloblù che supera Iovino per la doppietta personale dell’Aquila che continua a salire nella classifica dei capocannonieri. L’ultimo quarto d’ora non regala nulla alla cronaca, finisce 4-1 la Sessana vola ancora, vittoria fondamentale, da incorniciare, la prossima settimana sarà la Boys Caserta l’avversario da battere prima del tour de force di marzo: Cellole, Casagiove, Ortese. Il campionato sarà deciso in quella gare, la Sessana vuole arrivare a mille a quelle partite, le avversarie sono avvisate, qui c’è gente che lotta per novanta minuti, c’è gente che pensa ad una sola cosa: VINCERE!

CIMITILE: Iovino, Liparuli, Caccavale(65’Nappi), Farallo(51’Nazzaro), Zoppino F, Zoppino G, Cittadino, Gonippo, Miele, Cipolletta, Sgambati(75’Tortora). All. Minichini. A disp. De Sarno, La Manna R, Di Lauro, Rozza.

SESSANA: Iaccarino, Di Lorenzo, Franco L, Esposito, Franco E, Bosco, Fava(82’Pergamo), Lepore(63’Prassino), Marraffino(79′ Ruberto), Brancaccio, Palumbo. All. Mennillo. A disp. Di Donato, D’Amaro, Follera, Di Raffaele.

ARBITRO: Cagno di Napoli

ASSISTENTI: Imparato – Luongo di Napoli

MARCATORI: 3’Bosco(SES); 36′,77’Palumbo(SES); 68′ Cipolletta(CIM); 47′ Brancaccio(SES)

AMMONITI: Iovino, Zoppino F, Cittadino, Gonippo(CIM); Franco L, Bosco(SES)

ESPULSI: Zoppino F, Gonippo(CIM) per doppia ammonizione.

RECUPERO: 1′ PT; 2’ST

Comunicato stampa Sessana