Serie D G/H/I. Giornata soddisfacente per le campane: Turris e Portici rulli

Seconda giornata di campionato e turno abbastanza soddisfacente per le squadre campane che in grande stile portano a casa risultati, o comunque grandi soddisfazioni. Sono più le formazioni ad essere riuscite a portare punti che quelle fermate dalle rivali.

GIRONE G – Turris e Portici sono rulli compressori. I corallini alla prima casalinga, ma allo Ianniello portano a casa la seconda vittoria consecutiva e del campionato. La vittima è il Tor Sapienza che arriva in piena giornata sfortunata. Ad accentuare la differenza tecnica un infortunio e l’espulsione, tutto nella prima mezz’ora di gioco. i corralini, quindi, prendono piede e sfondano la squadra laziale con un sonoro 6-0.

Debutto casalingo anche per il Portici che mette a segno un poker al lanusei, squadra che nella scorsa annata ha sfiorato la promozione in Serie C. La squadra di Chiainese apre le marcature nel primo tempo, ma allunga nel secondo, calando il tris. Indolore, quindi, il rigore sbagliato da Improta che comunque sigla al 90′.

PosTeamGVPSGFGSDRPts
100000000
200000000
300000000
400000000
500000000
600000000
700000000
800000000
900000000
1000000000

GIRONE H – Si parte con il pareggio del Sorrento, che ha ospitato ieri al Giraud di Torre Annunziata il Francavilla. Non si va oltre l’1-1, per un Sorrento che ha bisogno di trovare la consapevolezza, ma soprattutto al concretezza.

Delle campane perdono Agropoli, Nocerina e Gladiator, impegnate in sfide di alta quota. I delfini sono attesi allo Zaccheria di Foggia non riescono a conquistare l’infernale terreno dei satanelli. Dura solo un tempo la formazione di Ferazzoli che non piega, comunque la testa all’avversaria. Delfini troppo arroccati nella metà campo e timore reverenziale che fa da ago della bilancia. (LEGGI QUI LA CRONACA)

La Nocerina, invece, è attesa a Brindisi, dove non trova la via giusta per andare in gol. Una prima sconfitta e tanta amarezza soprattutto per un risultato severo e una prestazione che chiede vendetta. Basta, infatti, solo la marcatura di D’Ancora. (LEGGI QUI LA CRONACA)

Nonostante la volontà e la prestazione il Gladiator non riesce ad imporsi al Città degli Ulivi, dove il Bitonto con un gol per tempo batte la squadra di Pasquale Borrelli e trova la seconda vittoria della stagione. Ci pensano Lattanzio dagli 11 metri e Biason sul finire del match.

La Gelbison, invece, torna a casa con un pareggio a reti inviolate. I cilentani ospiti del Team Altamura dell’ex di turno De Felice riescono a mantenersi imbattuti e a trovare un altro mattoncino per la salvezza da conquistare.

PosTeamGVPSGFGSDRPts
100000000
200000000
300000000
400000000
500000000
600000000
700000000
800000000
900000000
1000000000

GIORNE I – Arrivano le prime vittorie per Savoia, Nola e Giugliano, mentre il San Tommaso non riesce nell’impresa di uscire imbattuto dal Barbera di Palermo.

Gli oplontini sono protagonisti di una prestazione maiuscola riuscendo a mettere in mostra k forza e la sostanza. Il Castrovillari, dopo la vittoria roboante contro i tigrotti arrivano con la voglia di bissare, ma si infrangono contro il muro bianco. Nonostante il vantaggio iniziale, infatti, il Savoia si rimbocca le maniche e rimonta tornando a casa con un 3-2 ricco di emozioni. (LEGGI QUI LA CRONACA)

Grande vittoria del Giugliano che con Caso Naturale e De Vena mettono KO il troina. prima gioia per le tigri che nella cornice amica del Vallefuoco di Mugnano regalano la vittoria ai tifosi. Risposta celere e soprattutto perentoria quella della squadra di Massimo Agovino alla dura posizione del presidente Sestile dopo la sconfitta di Costrovillari.

Arriva la prima gioia anche per l’esiliato Nola, che privo dello Sporting Club deve andare a giocare a Cercola dove trova un Esposito motivatissimo e uno Stoia che non perdona. Si concretizza quanto di bello già visto nella gara contro il Marina di Ragusa, dove la squadra non ottimizza tutte le occasioni che crea. Stesso problema anche contro il Marsala, ma ai bruniani, comunque basta la marcatura dell’ex Paganese per portare i primi punti a casa.

Il San Tommaso non riesce ad andare contro il 3-2 del Barbera. Sfortuna per Stefano Liquidato che sfiora l’impresa di tornare a casa da Palermo con un importante pareggio per la salvezza, ma anche per l’umore della squadra. Nonostante la sconfitta, comunque, la squadra irpina si toglie la soddisfazione di aver perforato la porta dei rosanero.

PosTeamGVPSGFGSDRPts
100000000
200000000
300000000
400000000
500000000
600000000
700000000
800000000
900000000
1000000000

Condividi