Serie A. Il calcio solidale, nasce la Quarta Categoria

Nella giornata di mercole√¨ si è dato il via ad una nuova iniziativa sociale. La FIGC, con il bene placido di Carlo Tavecchio, dell’AIA, dell’AIC e soprattutto della Lega Serie A si sono piantate le basi per la nascita di una nuova categoria del calcio italiano. Stiamo parlando della Quarta Categoria. Mercoled√¨ è stato distribuito a chi ha aderito, il materiale tecnico.

Secondo quanto riportato dai colleghi de La Repubblica, l’iniziativa ha lo scopo di permettere ai ragazzi disabili di praticare lo sport, seppur a livello dilettantistico. Sabato prossimo, 21 gennaio, verrà inaugurata la Quarta Categoria, della quale faranno parte otto squadre composte da sette giocatori che sono effetti da ritardi cognitivi e problemi relazionali. Si inizierà proprio il 21 gennaio. Si giocherà ogni sabato pomeriggio fino al 19 aprile. Ad ospitare l’evento sarà il centro Football City di Milano, essendo nato tutto proprio nella regione Lombardia. Le partite avranno una durata di 30 minuti. La finale verrà giocata nel paese nativo del Presidente FIGC Carlo Tavecchio, a Ponte Lambro, sul campo della Pontelambrese, il 13 maggio.

All’iniziativa hanno aderito otto squadre della Serie A, nello specifico Milan, Inter, Udinese, Cagliari, Fiorentina, Lazio, Genoa e Sassuolo. Queste società hanno in un certo senso adottato le partecipanti fornendo loto i materiali con i quali giocare. Gli accoppiamenti sono i seguenti: Milan-Briantea84, Inter-Sporting4E, Genoa-ASD Calcio 21, Cagliari-Fuorigioco di Mantova, Fiorentina-Ossona, Sassuolo-Tukiki Minerva, Lazio-Gea Ticinia Novara, Udinese-Vignareal. L’auspicio di Tavecchio è però quello di creare un modello piramidale, ma soprattutto che non sia una edizione isolata e limitata alla Lombardi, ma si pensa di estenderlo all’intero territorio italiano.

Abbiamo provato a contattare la SSC Napoli, ma l’ufficio stampa della società azzurra ha fatto scena muta su eventuali iniziative.

Si attendono sviluppi.

Cristina Mariano