Serie A. Assemblea e monito d Draghi: la situazione

Si è tenuta nel pomeriggio di oggi una riunione federale per capire cosa ne sarò del campionato di Serie A. Sembra che non ci siano dubbi, però, sul prosieguo. L’auspicio, quanto meno, è quello di continuare con responsabilità. Intanto mercoledì ci sarà un incontro tra Governo e FIGC.

In quest’occasione le parti decideranno sulla proposta del Consiglio federale discusso e approvato lo scorso martedì riguardo all’obbligo di giocatore le gare purchè ci siano tredici calciatori a disposizione del tecnico, che siano di prima squadra o della Primavera.

Nella giornata di oggi, forse come preludio all’incontro di mercoledì, il Premier Mario Draghi e il presidente della FOGC Gabriele Gravina hanno discusso. Il numero uno del Governo italiano ha invitato i vertici federali a prendere in considerazione l’idea di sospendere il calcio o di disputare le gare a porte chiuse per evitare che continui il contagio e cercare quantomeno di diminuire la diffusione del Covid.

In Serie C, intanto, dopo lo slittamento della ripresa arrivato in tempi non sospetti e seguito poi a ruota anche dal Comitato Campania e dalla Lega Nazionale Dilettanti, ha rinviato anche le partite in programma il prossimo 16 gennaio, per il prossimo 23 febbraio.