Scafatese. KO col San Marzano, canarini eliminati

Finisce l’avventura in Coppa Italia per la Scafatese che cede il passo al San Marzano: dopo l’1-1 maturato all’andata allo Squitieri di Sarno i canarini cadono 0-2 tra le mura amiche del “Giovanni Vitiello”, con reti subite entrambe nella ripresa.

Con Alvino ancora fermo ai box Liquidato, costretto a rinunciare anche alla garra di Costantino per infortunio, ripropone il 3-5-2 che all’andata aveva messo in tilt i meccanismi offensivi della compagine blaugrana; dall’altra parte Fabiano, invece, mette in campo il solito 4-3-3 con Esposito punta centrale e Elefante e Castagna sugli esterni.

Sul prato in sintetico del “Vitiello” la prima palla gol è proprio di marca canarina con Evacuo che, a soli 33 secondi dall’inizio del match, di testa chiama agli  straordinari Palladino, costretto a deviare in calcio d’angolo. Sembrerebbe l’antipasto di una partita scoppiettante, ma invece ne viene fuori un primo tempo scialbo, in cui le uniche occasioni sono un cross di Evacuo che si trasforma in tiro al 18′ e la conclusione di dieci minuti più tardi di Montoro, smorzata da Trezza e bloccata da Botta.

Nella ripresa i padroni di casa sfiorano il vantaggio con una punizione di Cavaliere che termina di poco al di sopra della traversa al 51′, ma otto minuti più tardi arriva l’episodio che decide il match e indirizza definitivamente la qualificazione: Montoro crea scompiglio sulla sinistra e serve Elefante che gira verso la porta e, con l’aiuto di una deviazione, riesce a beffare Cappuccio e sigla lo 0-1.

Liquidato prova a cambiare il volto dei suoi inserendo anche Manzo, Ferrentino e Mascolo, con l’idea di poter alzare il baricentro nel tentativo di rimettere in equilibrio la gara, mentre dall’altro lato del campo Fabiano prova ad alzare il muro con l’innesto dell’ex Velotti.

Ne nascono venti minuti in cui i giallobleu provano a tenere i ritmi alti ma, una volta arrivati a ridosso della trequarti offensiva, non riescono a trovare la zampata decisiva. La gara si chiude definitivamente al minuto numero 92 quando Prisco, entrato al posto di Esposito, trasforma il rigore che suona come una sentenza per la Scafatese, costretta per il secondo anno consecutivo a lasciare la Coppa proprio contro il San Marzano.

I giallobleu ora dovranno concentrarsi sul campionato, dove saranno chiamati a scendere in campo già sabato contro il G. Carotenuto.

[19 Ottobre 2022, Stadio “Giovanni Vitiello” di Scafati]

SCAFATESE: Cappuccio 03, Trezza, Esposito, Masullo, Bozzaotre (57′ Manzo), Cavaliere, Iommazzo (78′ Mascolo), Canale (75′ Napolitano), Senatore 04 (57′ Zatico 04), Evacuo, Tagliamonte (70′ Ferrentino).
A disposizione: Botta 04, Iovinella, Di Pasquale 03, Manzo, Zatico 04, Napolitano, Ferrentino, Galasso, Mascolo.
All: Liquidato Stefano

SAN MARZANO: Palladino 03, Fernando (55′ Velotti), Chiariello, Di Girolamo, Armeno, Nuvoli (78′ Lettieri), Tarascio, Montoro 04, Esposito (81′ Prisco), Castagna (87′ Tranchino), Elefante (65′ Fodè).
A disposizione: Ragone 03, Velotti, Aiello 04, Giordano 04, Iannone 04, Tranchino, Lettieri, Fedè, Prisco.
All: Fabiano Francesco

RETI: 59′ Elefante, 92′ Prisco (rig.)

Arbitro: Gianluca Andolfi di Ercolano
Assistenti: Anthonu Di Minico di Ariano Irpino e Francesco Pellecchia di Avellino
Note: Ammoniti: Velotti (SM), Esposito (SM), Masullo (SC). Espulsio: Iommazzo (SC, dalla panchina). Calci d’angolo: 4-3.