Salernitana-Torino 1-1. All’Arechi si chiude in parità, a Sanabria risponde Vilhena

Dopo tre sconfitte consecutive, la Salernitana di mister Davide Nicola da una piccola scossa alla propria classifica pareggiando in casa nel lunch match di Serie A contro il Torino di Ivan Juric. Le due formazioni si sono divise la posta in palio chiudendo la gara dell’Arechi con il punteggio di 1-1. Dopo un primo tempo decisamente sotto tono, che ha visto il Toro passare in vantaggio, nella ripresa la squadra di Nicola ha ritrovato la bussola agguatando il pari con la rete di Vilhena. Pareggio che smuove lievemente la classifica della Salernitana, attesa domenica 15 gennaio a Bergamo contro l’Atalanta.

SALERNITANA DISORDINATA. IL TORINO FA LA PARTITA

Il match entra nel vivo sin da subito. Il Torino di Ivan Juric fa capire le proprie intenzioni alla Salernitana di Davide Nicola sfiorando la via del gol prima con Sanabria e poi con Zima. Gli affondi della compagine ospite si fanno sempre più insistenti e decisi col passare dei minuti. La squadra di Juric, favorito dalla scarsa fase offensiva dei padroni di casa, prende campo portandosi ancora una volta ad un passo dal gol con una conclusione ravvicinata di Radonjic. Come capitato con Zima, è Ochoa a tenere a galla i suoi. Al 20esimo è ancora il portiere messicano a prendersi la scena con un intervento sontuoso su Vlasic. In campo si vede una sola squadra, la Salernitana soffre l’elevato ritmo di gioco della squadra ospite, andando in tilt. Dopo la mezz’ora è nuovamente il Torino ad andare a caccia del gol con uno stacco di testa di Buongiorno. La fortuna e le parate di Ochoa non bastano alla Salernitana per mantenere intatto il punteggio di 0-0, infatti, al 36esimo i ragazzi di Juric agguantano il tanto agognato gol del vantaggio. Cross dalla destra di Lazaro che premia l’inserimento di Sanabria, lesto ad indirizzare la palla in rete con un colpo di testa in tuffo. Galvanizzato dal momento, il Toro negli ultimi minuti del primo tempo si getta alla ricerca dello 0-2. Ma grazie alle decisive parate di Ochoa e ad un pizzico di fortuna, sopratutto sull’azione che porta Schuurs a colpire il palo, una disordinata Salernitana resta aggrappata al match andando a riposo sotto di un solo gol.

SCOSSA SALERNITANA. I CAMPANI AGGUANTANO IL PARI

Risolti i problemi tecnici del Var, il secondo tempo inizia sotto il segno della Salernitana. Nella ripresa la squadra di casa è agguerrita, frutto anche di un cambio di assetto tattico. Nicola schiera i suoi a trazione anteriore con un offensivo 3-4-3, modulo scelto dopo l’ingresso di Piatek. Al 49’, infatti, i campani sfruttano un contropiede per punire il Torino con una bordata dal limite di Vilhena. Con il gol del pari, la formazione di Nicola prende campo e fiducia. La squadra di casa si prende completamente la scena, arginando anche le sortite offensive dei ragazzi di Juric. La Salernitana prende il Toro per le corna sfiorando il gol con due occasioni in rapida successiva che vede protagonista prima Piatek e poi Candreva. Dopo l’avvio veemente della Salernitana, il Torino di Juric, grazie anche ai cambi, ritorna nel vivo del match. Anche se gli ospiti tornano a rendersi pericolosi solo al minuto 72’: Miranchuk angola da buona posizione, ma Ochoa gli nega il gol con una parata superlativa. Salernitana e Torino continuano a giocarsela a viso aperto, regalando emozioni anche nel rush finale del match. Nonostante le diverse occasioni, che vedono anche Ochoa protagonista, la gara dell’Arechi si chiude con il punteggio di 1-1.

TABELLINO

17^ GIORNATA DI SERIE A

SALERNITANA-TORINO 1-1 ( 0-1 pt)

SALERNITANA (3-5-2): Ochoa; Bronn, Daniliuc (76’ Gyomber), Fazio; Candreva, Nicolussi Caviglia, Bohinen (46’ Piatek), Vilhena, Bradaric (76’ Pirola); Bonazzoli (90’ Botheim), Dia (85’ Valencia).

A disposizione: Fiorillo, De Matteis, Gyomber, Pirola, Lovato, Capezzi, Kastanos, Iervolino, Sambia, Botheim, Valencia, Piatek. Allenatore: Davide Nicola.

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Zima, Schuurs, Buongiorno; Lazaro (72’ Rodriguez), Lukic, Linetty (53’ Ricci), Vojvoda (65’ Singo); Radonjic (63’ Miranchuk), Vlasic; Sanabria.

A disposizione: Berisha, Gemello, Bayeye, Karamoh, Rodriguez, Singo, Adopo, Seck, Djidji, Ricci, Miranchuk, Gineitis. Allenatore: Ivan Juric.

DIRETTORE DI GARA: Andrea Colombo di Como

ASSISTENTI: Marco Bresmes (sez. Bergamo) – Daisuke Emanuele Yoshikawa (sez. Roma 1)

QUARTO UOMO: Antonio Giua (sez. Olbia)

VAR: Valerio Marini (sez. Roma 1) – Giacomo Paganessi (sez. Bergamo)

ESPULSIONI:

AMMONITI: Candreva (22’), Linetty (25’), Lukic (51’), Daniliuc (68’), Djidji (77’)

MARCATORI: Sanabria (36’), Vilhena (49’)

RECUPERO: 1’ (pt), 6’ (st)