Salernitana-Cagliari 1-1. Pari nella sfida salvezza, a Verdi risponde Altare allo scadere

La sfida salvezza tra Salernitana e Cagliari termina in parità. Dopo un primo tempo contratto, nella ripresa la gara decolla dopo l’ora di gioco. Verdi sblocca il match su calcio di rigore, ma i rossoblù all’ultimo respiro impattano al termine di un secondo tempo infinito. I granata restano così a +1 sui sardi e quindi sulla zona retrocessione, con una nuova sfida per la salvezza da giocare, la prossima settimana ad Empoli.

RETI BIANCHE NEI PRIMI 45 MINUTI

Come dalle aspettative della vigilia, la sfida tra Salernitana e Cagliari è in equilibrio. Entrambe le contendenti non vogliono perdere e cercano ostinatamente la rete. I sardi giocano a tutto campo, andando uomo su uomo per bloccare subito le giocate dei pardoni di casa. Gli uomini di Nicola mettono la solita determinazione e impegno nelle proprie giocate. Una gara bloccata, Pavoletti sfiora in vantaggio rossoblù, ma il risultato resta fermo sul pareggio. Tanta intensità sul terreno di gioco tra due squadre che non si risparmiano, ma che non riescono a trovare la via della rete. Il diktat della gara non cambia, Salernitana e Cagliari vanno a riposo con le reti ancora inviolate.

VERDI DI RIGORE, ALTARE ALL’ULTIMO RESPIRO

Nella ripresa granata e rossoblù recitano il medesimo copione già visto nella prima frazione di gioco. I ritmi di gioco sono quelli giusti, ma sembra mancare l’episodio per poter cambiare l’inerzia della gara. All’ora di gioco prima Agostini cambia, togliendo Rog per Marin, mentre Nicola tira fuori dal match il già ammonito Bohinen, che salterà Empoli, per Kastanos. Proprio l’ex Juventus è decisivo nel conquistarsi il calcio di rigore per la Salernitana, toccato da Lovato. Dagli undici metri si presenta Verdi che porta in vantaggio i granata facendo esplodere lo stadio Arechi.

La rete della Salernitana fa accendere un capannello con i calciatori del Cagliari, a farne le spese sono Ribery e Radunovic, entrambi espulsi dalla panchina. Quando si torna a giocare, Agostini corre ai ripari operando una doppia sostituzione, inserendo Keita e Pereiro per Pavoletti e Deiola. La risposta del Cagliari è tutta nei piedi di Grassi, che colpisce il palo da fuori area, con Sepe battuto. I granata sfiorano il raddoppio con Ederson, che non riesce a girare bene a rete la sua conclusione di testa. In pieno recupero pasticcia Sepe, che prima perde palla in uscita e poi nel tentativo di recuperarla tocca Baselli, che va a terra. Di Bello fischia rigore, ma richiamato dal VAR ravvisa un fallo di Lykogiannis sull’estremo difensore granata e torna sui suoi passi.

Il recupero si allunga a dieci minuti, dove arriva il pareggio del Cagliari, su azione di calcio d’angolo, con Altare che salva i suoi.

Tabellino di gara
Salernitana – Cagliari 1-1

Salernitana (3-5-2): Sepe; Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi, Ederson, Bohinen, Coulibaly L., Ruggeri (80′ Zortea); Verdi (84′ Perotti); Djuric (80′ Bonazzoli). A disposizione: Belec, Russo, Dragusin, Gagliolo, Di Tacchio, Obi, Mikael, Ribery. Allenatore: Nicola

Cagliari (3-5-2): Cragno; Altare, Lovato, Ceppitelli (79′ Baselli); Bellanova, Deiola (71′ Pereiro), Grassi, Rog, Lykogiannis; Joao Pedro, Pavoletti (71′ Keita Baldè).  A disposizione: Aresti, Radunovic, Carboni, Dalbert, Goldaniga, Walukiewicz, Zappa, Marin, Strootman. Allenatore: Agostini

marcatore: 68′ rig. Verdi (S), 99′ Altare (C)
ammoniti: Bohinen (S), Pavoletti (C), Cragno (C), Zortea (S), Perotti (S), Gyomber (S), Radovanovic (S)
espulsi: Ribery (S) dalla panchina, Radunovic (C) dalla panchina
recuperi: 2’pt, 10’st

direttore di gara:: Di Bello di Brindisi – assistenti: Bindoni e Baccini – IV uomo: Pezzuto – Var: Mazzoleni Avar: Meli

ph credit: SkySport