Roma. De Rossi: “Garcia mette il gruppo davanti a tutto”

Che sapore ha questa vittoria? Il sapore e’ quello di sempre, forse qualcosina in piu’ per come e’ venuta, per il tempo per cui l’abbiamo aspettata e perche’ l’abbiamo vissuta insieme alla squadra: sta diventando una cosa bella. Il giorno dopo il successo nel derby, Daniele De Rossi intervenuto ai microfoni di Tele Radio Stereo 92.7, e’ ancora raggiante. La vigilia non e’ stata semplice, c’era anche questo ‚Äòmorto’ sulle spalle del 26 maggio che probabilmente restera’, non e’ che l’abbiamo cancellato. La reazione e’ stata quella giusta, una squadra arrabbiata, anche i nuovi sono entrati nell’ottica giusta. Tutto il contrario rispetto a quello che avevamo vissuto negli ultimi tempi. A Trigoria si respira aria nuova. Ho capito che c’era qualcosa di interessante da scoprire quando Garcia ha difeso in maniera pubblica Osvaldo, un giocatore che anche i sassi sapevano che sarebbe andato via ‚Äì racconta De Rossi ‚Äì L’ha difeso con i nostri tifosi che erano giustamente arrabbiati e delusi. Un allenatore che mette il gruppo davanti a tutto puo’ darti qualcosa di importante, le basi erano gia’ buone. E la squadra sta facendo il resto: i tre punti ottenuti con la Lazio hanno consentito ai giallorossi di rimanere in vetta a punteggio pieno. La Roma, insomma, sta acquisendo la mentalita’ da big. Noi lo sentiamo forte e chiaro. Non e’ un caso che l’eta’ media si e’ alzata, quando si mettono dentro giocatori importanti, a prescindere dall’eta’, le cose cambiano. La differenza grande la fanno anche i giocatori che stanno fuori, Burdisso, Marquinho, Borriello, Taddei, Bradley: tutta gente che potrebbe fare il titolare in qualsiasi altra squadra di Serie A ma sta li’, pensando a giocare di piu’, ma dando dimostrazione di essere grandi calciatori ogni volta che entrano. Grandi persone, grandi uomini spogliatoio e questo fa la differenza. E per fortuna c’e’ subito la Sampdoria perche’ noi siamo pericolosi da questo punto di vista, troppe cose per pensare che Roma resti serena e con i piedi per terra. E’ iniziata adesso, e’ lunghissima. Sono sicuro che affronteremo la gara nella maniera giusta, non dico che vinceremo, ma come spirito sono certo che sia l’allenatore, per come prepara le partite, sia noi, affronteremo la squadra come si deve. Da De Rossi tanti complimenti per Balzaretti. Nessuno piu’ di lui si meritava questo gol, neanche io. Ha mangiato tanto fango, ha preso delle critiche a volte anche ingiuste perche’ ha dato di meno di quello che poteva dare, ma e’ un ragazzo speciale, non si e’ mai lamentato, mai avuto atteggiamenti da calciatore medio che si stranisce per i fischi. Un ragazzo meraviglioso. Impressionato anche da Strootman (e’ forte, e’ uno di quei giocatori che capisci essere abituato a giocare a livello internazionale), De Rossi dedica questo gran momento della Roma ai tifosi. E’ stato tutto perfetto e credo che loro piu’ di noi se lo siano meritato. Loro riescono a essere cosi’ sempre, potevano andare con la coda tra le gambe per il derby perso del 26 maggio e invece hanno dimostrato il loro orgoglio di essere romanisti, la fierezza che non riscontro in nessun’altra tifoseria.
(ITALPRESS.com).

Condividi