Roma 2022. Tripletta sul podio alla prima di acque libere: Paltrinieri ancora Re

Tutto in due giorni. Roma 2022 sta arrivando alla fine e mancano ormai due giorni di gare sia nei tuffi, sia per le grandi altezze che per le gare in acque libere. Parte proprio con due giorni di ritardo l’Europeo nel mare di Ostia, che per avverse condizioni non ha ospitato le gare delle grandi distanze già il 18 agosto.

Si scende in mare nella mattinata e nel pomeriggio di oggi, con alcune modifiche nella start list. Infatti nella giornata di ieri il Comitato Tecnico ha chiesto agli atleti iscritti alle gare che si terranno nello stesso giorno di scegliere a quale partecipare.

E’ il caso della 5km e della 25km. Non ci saranno, quindi, il campione e il vicecampione del mondo in carità nella massima distanza, ma Gregorio Paltrinieri e Domenico Acerenza hanno dato spettacolo nella 5km per poi tornare in acqua domani. Primo e secondo posto per i due azzurri. SuperGreg conquista la sua seconda medaglia d’oro dell’Europeo, la terza in totale, spaccando sette centesimi prima di Acerenza. A chiudere l podio il francese Marc Antoine Olivier. Ottavo posto per l’altro italiano Marcello Guidi.

Bronzo nella gara con la stessa distanza dietro a Sharon Van Rouwendal e Maria De Valdes Alvarez, c’è l’Italia Giulia Gabrilleschi. Decimo e undicesimo post per le altre due italiane Martine De Memme e Sofie Callo Von Planten.

Il medaglie ora conta 60 ferri. Ai tre di oggi, infatti, vanno aggiunti anche l’oro di Chiara Pellacani nei tuffi da trampolino di 3m e il bronco di Elenca Cosetti nei tuffi dai 20 metri. Ora sono 502 le medaglie della Federnuoto nella storia dell’Europeo, la numero 500 è arrivata con l’oro di Gregorio Paltrinieri.