Puteolana 1902. Il sereno dopo la tempesta: nuova alba per i diavoli rossi

Un mercato frizzante per la Puteolana 1902, che con l’arrivo di Adamo Guarino e il suo staff, ma soprattutto con l’addio di Emanuele Casapulla, ha finalmente trovato la pace. Per lo meno, così sembra. Molti calciatori ora stanno sposando di buon grado l’avvento a Pozzuoli, molti dei quali sono in realtà dei graditi ritorni.

La gestione scellerata dello scorso anno, infatti, aveva scoraggiato molti calciatori di un certo calibro a sposare il progetto, aggravando poi la situazione in questo inizio di nuova stagione. Da Marseglia a De Marco, passando per Stefano Riccio e Mario Follera. La nuova Puteolana sta prendendo corpo, attingendo, come si pensava, dalle forze migliori della Frattese, condannata allo stop, ad oggi, fino al 15 gennaio prossimo, Covid-19 permettendo.

Intanto in casa dei diavoli rossi si prepara la sfida contro il Team Altamura, gara valevole per la sesta giornata del campionato di Serie D, non disputata nelle scorse settimane. Una nuova pretendente per la corsa alla salvezza, con i suoi tre punti in classifica e un ultimo posto che gridano vendetta. Un campionato partito con le giovani forze di prodi under e di giovani di belle speranze che solo in parte sono riusciti a farsi rispettare sui campi calpestati. Una vittoria col Fasano, una bella prestazione con il Taranto, ma poco o nulla nelle altre gare, quando la forza degli avversarsi hanno prevalso sulla buona volontà dei giovani flegrei.

Comincia un altro campionato, quindi, per la Puteolana sotto la gestione Guarino, l’esordio di Teore Grimaldi sulla panchina granata dopo l’esonero, mancata conferma, nella Frattese dei mesi scorsi.