Puteolana 1902. Casapulla alle strette, cessione imminente

Arriva una terza offerta per l’acquisizione della Puteolana 1902 e al tempo stesso sembra essere tagliato fuori dalla trattativa il Gruppo Mango.

MANGO QUASI STANCO – Francesco Mango e l’ex ds Roberto Guadagnuolo sono alla finestra, in attesa di conoscere l’esito della loro proposta di acquisizione. Dopo l’incontro avvenuto nel pomeriggio di lunedì, da Pozzuoli la sensazione è che non giungano risposte positive. Eppure secondo indiscrezioni si tratta di un’offerta importante, con un buon conguaglio al Casapulla da aggiungere alla risoluzione delle pendenze attuali. L’attuale presidente dei diavoli non si muove di un centimetro, in un vero e proprio gioco al rialzo cercando di lasciare il campo senza troppi rimpianti. Intanto Mango non si arrende, l’imprenditore di Barra ha l’orecchio a terra in cerca di nuovi sussulti.

STALLO ESPOSITO – Frattanto che le voci si cristallizzino su questa o quella trattativa, Gennaro Esposito entra a gamba tesa ma resta senza palla. Una metafora calcistica per l’ex calciatore, la cui offerta sembrerebbe inferiore a quella del Gruppo Mango. Nemmeno da valutare dunque? Macchè, Casapulla non ha chiuso nemmeno qui la porta, lasciando all’impasse anche Esposito.

ASSALTO PALMA – Nella serata di ieri pare si sia profilata anche una nuova offerta, dietro la quale ci sarebbe una cordata di imprenditori, tra cui fa capolino Giovanni Palma. L’avvocato cassazionista avrebbe inviato la sua proposta in maniera ufficiale: una PEC che a suo dire “non si può rifiutare”. La proposta è costituita da una cifra sostanziosa che farebbe gola a Casapulla, a cui aggiungere il saldo dei debiti pregressi. L’abile avvocato, oggi alla guida del Sora, in estate ha tentato l’acquisizione della Nocerina, successivamente ha messo nelle mire il Foggia. Non certamente un esordiente nel mondo del calcio, con un passato da azionista nello Juve Stabia, lasciato la scorsa stagione. Accostato al Rieti, mentre a Sora ha dato addio e poi ha fatto ritorno, ne è divenuto presidente puntando alla Serie D. Adesso ci prova con i granata, con un’offerta certamente concreta e importante, tanto da far vacillare soprattutto l’entourage familiare dei Casapulla, che vogliono il presidente Emanuele prendersi una pausa dal calcio.

TIFOSERIA INFERNALE – Intanto la curva dei diavoli è in fermento, in attesa di evoluzioni a stretto giro, così da centrare l’obiettivo minimo salvezza, speranzosi di progetto ambizioso che consideri la Serie D come punto di partenza e non di arrivo. La curva empatica vola verso Mango, ma forse è proprio per questo e, soprattutto, l’amicizia con Guadagnuolo ex capitano dei diavoli, che spinge Casapulla a chiudersi a riccio. Nessun presidente vorrebbe lasciare tra i rimpianti, ma per Emanuele Casapulla non è mai stato tempo di allori, se non nelle mirabili promesse mai mantenute. Lo scacchiere va sempre più ingarbugliandosi di pedine, alcune necessarie, altre superflue, lo scacco matto al re decaduto sembra sempre più vicino, resta solo da capire chi prenderà le redini di una società ormai allo sbando.

Condividi