Promozione, il Pompei Soccer batte 3-2 la Marchesa e centra la salvezza

Termina 3-2 per il Pompei Soccer la sfida contro la Marchesa, appena conclusasi allo Stadio “Gatti e Pellegrino” di Striano

La cronaca

Con lo sguardo rivolto già ai playoff, mister Cirillo opera un turnover quasi totale, lasciando a riposo i diffidati Giovanni Esposito, Fontana e Polise, oltre agli indisponibili Longobardi, Conó, D’Amora e Giardiello. Nel 4-3-3 il tridente offensivo è composto da Buono, Ernesto Esposito e Cangiano. Il Pompei, alla ricerca di punti salvezza, risponde con un 4-2-3-1 con l’ex della gara Guadagno ad agire da terminale offensivo. La partita parte su ritmi sostenuti e dopo due minuti e mezzo si sblocca: angolo dalla destra, dopo un batti e ribatti nell’area piccola, è Buono ad insaccare il tap-in che vale il vantaggio della Marchesa. Il Pompei reagisce, provandoci prima con Di Salvatore e poi con Guadagno, e poco prima della mezz’ora trova il pari proprio con il numero 9, lesto a raccogliere un disimpegno errato di Barbato e a superarlo con un lob sinistro. Entrambe le squadre hanno l’occasione per il vantaggio: la Marchesa con un tiro di Cangiano di poco fuori e il Pompei con un colpo di testa di Nina su cui si supera Barbato, prima che Zaccaria da due passi manchi il tap-in. Senza recupero si va al riposo con le squadre in parità.

Nessun volto nuovo al rientro dagli spogliatoi, ma al dodicesimo il Pompei la ribalta con il piattone preciso di Di Salvatore che lascia immobile Barbato. La Marchesa risponde subito con una grande azione personale di Blasio, che salta due uomini e apre il piattone colpendo il palo interno alla sinistra di Battaglia. Per la più classica delle leggi non scritte del calcio, sull’azione seguente il Pompei trova il tris: punizione di Agnello che trova Guadagno, il cui colpo di testa trova una traiettoria arquata che supera Barbato per la doppietta personale. Gli ospiti vanno anche vicini al poker, con un destro di Liguoro che si stampa sulla traversa. La Marchesa non demorde e al 32’ riapre la partita: angolo di Ferrentino, su una corta respinta di un difensore giallorosso è ancora Buono il più lesto a ribadire in rete. I padroni di casa insistono: Marchesano allarga per Granato il cui tiro viene deviato in angolo; sul corner, la palla arriva sul secondo palo dove Visone da zero metri non riesce incredibilmente a insaccare. Negli ultimi dieci minuti il risultato non cambia e dopo quattro minuti di recupero la partita si conclude con la vittoria del Pompei Soccer, che vale la salvezza diretta.

Il tabellino

MARCHESA-POMPEI SOCCER 2-3 (primo tempo 1-1)
MARCATORI: 3’ e 77’ Buono (M), 29’ e 66’ Guadagno (P), 57’ Di Salvatore (P)
MARCHESA (4-3-3): Barbato; Acanfora, Tortora, Saporito (52’ Mastellone), Bifulco (50’ Porzio); Blasio, Visone, Marchesano; Buono, E. Esposito (59’ Granato), Cangiano (59’ Ferrentino). A disposizione: Giugliano, Ayari. Allenatore Ciro Cirillo
POMPEI SOCCER (4-2-3-1): Battaglia; Nina, Zaccaria, Ruocco, Ferrara; Agnello, Avino; Liguoro (75’ D’Aniello), D’Apice (73’ Cirillo), Di Salvatore (91’ Coticelli); Guadagno. A disposizione: Matrone, Onda, Rusiello, Diglio, Verdi, Mautone. Allenatore Vincenzo Longobardi
ARBITRO: Salvatore D’Elia di Sala Consilina
AMMONITI: Esposito, Cangiano (M)
NOTE: Angoli 4-2. Recupero 0’ pt e 4’ st