Probabili formazioni Juve Stabia

Pordenone-Juve Stabia. Un solo indisponibile per Tesser, Caserta in Friuli senza lo ‘squalo’: le probabili formazioni

L’imperativo in casa Juve Stabia è vincere. Le vespe di mister Fabio Caserta hanno l’obbligo di tornare al successo per continuare a tenersi il più lontano possibile dalla zona rossa, che attualmente dista solo 2 punti. Gli stessi che i gialloblù hanno raccolto in queste ultime due giornate di campionato, perdendo in Veneto con il Cittadella di Venturato e pareggiando in casa con una rimonta al cardiopalma con il Trapani di Castori. Nonostante il clima poco sereno creatosi in società (CLICCA QUI), le vespe (14esime con 33 punti) hanno un necessario bisogno di invertire questo piccolo trend, tornando alla conquista dei tre punti. I gialloblù avranno la possibilità di tornare a fare bottino pieno già domani sera in occasione del turno infrasettimanale della 27esima giornata di Serie B. La Juve Stabia, dopo il pirotecnico 2-2 casalingo con il Trapani, sarà di scena in terra friulana, dove alla Dacia Arena si troverà faccia a faccia con il Pordenone di Attilio Tesser. Una gara che chiamarla ostica è a dir poco per i gialloblù, ma per raggiungere l’obbiettivo salvezza c’è bisogno di fare punti anche in trasferta. Proprio lontano dalle mura di casa, le vespe non portano a casa una vittoria addirittura dal 13 dicembre scorso, ovvero, a margine della strepitosa rimonta mandata in atto al Marcantonio Bentegodi contro il Chievo Verona (da 2-0 a 2-3). Dunque, per la Juve Stabia è giunto il momento di ritornare a fare punti in trasferta. Sarà un compito non affatto facile per i gialloblù, ma non impossibile. D’altro canto, il Pordenone di Tesser (settimo con 39 punti) arriva al match con grande euforia e con voglia di conferme. Infatti, i neroverdi nell’ultima giornata di campionato sono ritornati al successo dopo sei giornate (4 sconfitte e 2 pareggi), imponendosi in Toscana contro l’Empoli. Una vittoria che i friulani vorranno confermare proprio contro la Juve Stabia, sia per continuare a tenere il passo play-off che per ritrovare un successo interno che manca dal 29 dicembre con la Cremonese.

COME ARRIVA IL PORDENONE —  Una sola assenza per Attilio Tesser in vista della gara con la Juve Stabia di Caserta. Il tecnico neroverde per la gara con le vespe dovrà fare a meno di uno dei suoi pilastri principali della retroguardia, ovvero, Michele Camporese, out per squalifica. Torna a disposizione, invece, Barison che molto probabilmente partirà dalla panchina. Niente turnover per Tesser. Il tecnico dei neroverdi sembrerebbe essere pronto a confermare gli undici interpreti che hanno messo ko l’Empoli, eccetto ovviamente Camporese. Il Pordenone dovrebbe scendere in campo con il suo consueto 4-3-1-2. A difesa della porta ci sarà Di Gregorio. In difesa il quartetto composto da Semezato, Vogliacco, Bassoli e Gasbarro. A comporre il trittico di centrocampo, invece, potrebbero essere ancora una volta Misuraca, Burrai e Pobega con Gavazzi sulla trequarti, alle spalle del duo d’attacco Bocalon-Candellone.

COME ARRIVA LA JUVE STABIA — Tre, invece, le defezioni in casa gialloblù, di cui una a dir poco pesante. A saltare la trasferta in Friuli sono Salvatore Elia (infortunato), Adriano Mezavilla (infortunato) e dello ‘squalo’ Francesco Forte, fuori per squalifica (un turno). Quest’ultima, per mister Fabio Caserta è un assenza non da poco. Il trainer dei gialloblù, di fatto, non potrà contare sul suo miglior attaccante e a confermalo sono le 12 reti siglate sin qui. Numero che ha permesso a Forte, autore del gol del pareggio nell’ultima gara con il Trapani, di piazzarsi secondo nella classifica capocannonieri della Serie B con Simy e Pettinari. Dunque, ancore una volta, il tecnico delle vespe dovrà fare di necessità virtù. Caserta proverà a portare a casa i tre punti facendo affidamento al suo 4-2-3-1 che come spesso ci ha imparato lo stesso tecnico può tramutarsi, a seconda delle situazioni, in un 4-3-1-2 o viceversa. Tra i pali ci sarà l’ormai inamovibile Provedel, elemento imprescindibile negli undici di Caserta. Per quanto riguarda la linea di difesa, ci dovrebbe essere delle piccole modifiche rispetto alla gara con il Trapani. Queste si chiamano Tonucci, e Germoni che prenderebbero rispettivamente il posto di Fazio, reduce da una prestazione sottotono, e Ricci, uscito esausto dall’ultima gara. I due in mediana, invece, saranno quasi sicuramente gli stessi delle ultime gare, ovvero, Addae e Caló. Proprio il centrocampista di proprietà del Genoa, in occasione del match con i siciliani, ha collezionato il suo 11esimo assist (nessuno come lui in B) che ha propiziato la rete di Tonucci. Mentre sulla trequarti, dopo la prova tutt’altro che positiva di Di Mariano, dovrebbe ritornare Mallamo con Canotto e Bifulco sugli esterni. In attacco ballottaggio Rossi-Cissé. La punta guineana è leggermente in vantaggio, dopo il buon impatto avuto nella ripresa con il Trapani da subentrato.

PROBABILI FORMAZIONI

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio, Semezato, Vogliacco, Bassoli, Gasbarro, Misuraca, Burrai, Pobega, Gavazzi, Bocalon, Candellone.

A disposizione: Bindi, Almici, Barison, De Agostini, Stefani, Chiaretti, Mazzocco, Pasa, Tremolada, Zammarini, Ciurria, Strizzolo. Allenatore: Attilio Tesser.

JUVE STABIA (4-2-3-1): Provedel, Vitiello, Troest, Tonucci, Germoni, Caló, Addae, Canotto, Mallamo, Cissé.

A disposizione: Esposito, Russo, Allievi, Fazio, Ricci, Buchel, Calvano, Di Gennaro, Izco, Mastalli, Di Mariano, Melara, Rossi. Allenatore: Fabio Caserta.

 

Nunzio Marrazzo