Perugia-Avellino. Numeri e statistiche a confronto

Continua il countdown verso Perugia-Avellino, partita valevole per la nona giornata di Serie B. L’Avellino arriva a questo incontro reduce dalla vittoria contro la Pro Vercelli, la prima stagionale per la squadra biancoverde. Gli umbri arrivano con in tasca la vittoria contro il Frosinone al Matusa e con tre punti di distacco dall’Avellino, a quota 6.

Sulla base delle statistiche raccolte da Panini Digital cerchiamo di pronosticare l’esito della partita tra i grifoni e i lupi.

Il Perugia di Christian Bucchi hanno conquistato 4 punti tra le mura amiche, mentre il ruolino di marcia dell’Avellino lontano dal Partenio-Lombardi deve ancora migliorare. Si conta un solo punto, quello conquistato contro il Vicenza.

Passando alle questioni tattiche. I grifoni umbri, molto abili nel gioco con palla a terra, vantano numeri molto alti per quel che riguarda la fase offensiva. Infatti oltre ad un’alta percentuale nel possesso palla, è molto positivo anche quella di passaggi riusciti e di pericolosità nell’area di rigore avversaria. Con una media di 5 tiri su 15 nello specchio di porta, i biancorossi hanno collezionato 7 gol. Maggiore rispetto all’Avellino anche i dati riguardanti la supremazia territoriale e la percentuale di protezione dell’area. Da migliorare sicuramente la fase difensiva, considerando la quantità di gol subiti, 7.

Per quel che riguarda l’Avellino, molto impressionante è stato il miglioramento della squadra di Toscano, che con il passare delle giornate hanno guadagnato sicurezza e consapevolezza. La vittoria contro i piemontesi della Pro Vercelli, ho fatto in modo che le statistiche degli irpini migliorassero. Molto positiva sin dalle prime uscite il dato riguardante la precisione dei passaggi e del possesso palla, cos√¨ come si è dimostrato positivo quello riguardante la supremazia territoriale e la protezione dell’area. Aspetto comunque da migliorare sia per il numero dei gol subiti, 9, sia per le fasi di calo di concentrazione della retroguardia.

In questa fase di campionato gli uomini che hanno attirato l’attenzione, dal fronte perugini, sono sicuramente il giovane napoletano Jacopo Dezi a corto di gol, ma sempre con il piede caldo, cos√¨ come Nicastro, autore di due gol e l’uomo che, assieme all’ex Bari e Crotone, ha tirato di più verso la porta avversaria.

Per l’Avellino Belloni è sicuramente uno tra gli uomini più pericolosi, sia per la quantità di assist che per la propensione al tiro. Nell’unica partita da titolare Daniele Verde è stato autore di un gol e due assist, non finalizzati da Ardemagni.

Si prospetta una partita divertente ed interessante così come racconta il passato e la storia di Perugia-Avellino.

Cristina Mariano

Condividi