Paganese. Antonio Bocchetti: Mercato fermo. I play-off? Nuova formula bella e interessate

Il mercato della Lega Pro è in fase di stallo, per quel che riguarda l’ingaggio di nuovi calciatori, ma al contrario è molto controversa la situazione riguardante gli allenatori e i DS. A foggia per esempio, resta ancora da capire quale sarà il futuro di De Zerbii, cos√¨ come a Matera resta da decidere chi guiderà la squadra nel prossimo anno. Maggiormente complessa è, invece, la situazione della Casertana in piena bagarre da ricambio dirigenziale.
Una delle squadre che, invece, aspetta solo di poter iniziare a sferrare i propri attacchi per l’ingaggio dei nuovi rinforzi è la Paganese, euforica per i risultati raccolti nella scorsa stagione e con un nuovo obiettivo da raggiungere: i play-off, visto che la nuova formula ufficializzata nei giorni scorsi dalla Lega Pro permette di sognare. A spiegare la situazione interna della Magica Stella è il nuovo Coordinatore dell’Area Tecnica Antonio Bocchetti, raggiunto telefonicamente, in esclusiva, dalla nostra redazione.

Riguardo al mercato hai detto quasi tutto durante la conferenza stampa di qualche giorno fa, come si è evoluta la situazione?

Il mercato è ancora tutto fermo. Stiamo valutando dei profili che possono essere utili al gioco del mister e soprattutto che abbiano voglia di venire a Pagani. Da vagliare ci sono tanti giocatori, ma è ancora tutto fermo.

È possibile sbilanciarsi con qualche nome?

No, preferisco non fare nomi perché non voglio illudere nessuno. Stiamo valutando tanti giocatori, ma ancora non cՏ niente di sicuro. Quindi preferisco non dire nulla per non deludere qualora non se ne facesse nulla.

Quali sono i reparti su cui investire?

Dobbiamo investire dappertutto. Sono rimasti solo 8 o 9 giocatori dell’anno scorso, quindi dobbiamo ingaggiare almeno 12 giocatori considerando il numero dei giocatori a tenere nella rosa.

Per quanto riguarda i rinnovi, a che punto è la situazione con Guerri e Sirignano?

Con Guerri la situazione è sempre uguale, c’è la volontà del ragazzo di avvicinarsi a casa, quindi aspettiamo lui. Con Sirignano, invece, possiamo dire che ormai siamo ai dettagli.

E sui prestiti? Ci sono aggiornamenti?

No la situazione è sempre la stessa, per quel che riguarda Della Corte stiamo parlando con il Pntedera, ma come ho detto il mercato è ancora fermo anche per la situazione che riguarda i direttori sportivi o gli allenatori che ancora devono arrivare in alcune squadre. Stiamo lavorando, ma bisogna aspettare

Lanzaro, Baclet e Gustavo, a che punto siete?

Lanzaro è un giocatore del Foggia, quindi dobbiamo parlare con loro, ma anche in questo caso è tutto fermo perch√© non si sa se De Zerbi resta o se va via. Per Gustavo e Baclet, la situazione è uguale. Sono due giocatori svincolati e molte squadre sono interessate a loro, quindi è normale che aspettano qualche settimana per decidere e valutare bene dove andare.

Riguardo la nuova formula dei play-off, cosa ne pensi?

Credo che sia bella, diventerà un campionato più attivo, più interessante e più bello. Noi quest’anno siamo arrivati al nono posto, facendo un buon campionato, facendo giocare anche giocatori del ’98 come Acampora. Quindi se la formula fosse stata già attiva ci saremmo qualificati per i play-off. Quindi credo che sia molto interessante e noi cercheremo di fare lo stesso campionato che abbiamo fatto l’anno scorso per riuscire a qualificarsi tra i primi dieci a fare i play-off. Inoltre abbiamo raggiunto la qualificazione alla Tim Cup ed è un traguardo molto importante per noi

Cristina Mariano