Nuovo DPCM, il premier Conte blocca anche la LND, Sibilia costretto ad alzare bandiera bianca: la situazione

La scorsa settimana la Lega Nazionale Dilettanti aveva chiesto alle squadre partecipanti al campionato di Serie D se proseguire oppure dare una sosta alla stagione, viste le troppe gare rinviate a causa del contagio da Covid-19. Su 166 società soltanto 138 parteciparono attivamente alla consultazione, il 74% (95 votanti + i 28 astenuti) hanno votato per la prosecuzione del campionato nel rispetto del DPCM, mentre il 26% (43 voti) per la sospensione delle attività fino al 24 novembre, data di scandenza del DPCM del 24 ottobre. Da allora, poco più di una settimana fa, è cambiato qualcosa. Il premier Giuseppe Conte ha emesso un nuovo DPCM che prevede misure più restrittive, tre le quali anche quelle relative agli spostamenti tra regioni. Il che renderebbe più difficile le trasferte, da qui la mossa in anticipo della Regione Lombardia (zona rossa secondo il DPCM) di bloccare il campionato di Serie D per i club lombardi impegnati nei giorni A e B. Un provvedimento che, per non creare uno spaccato nel massimo campionato dilettantistico nazionale, ha portato i governatori delle restanti regioni ad uniformarsi, fermando, difatti, momentaneamente la stagione.

Una situazione che fin da subito ha cercato di scongiurare il presidente della LND Cosimo Sibilia, che già durante la fase uno della pandemia si era prodigato affinchè fosse stilato un protocollo per la ripresa delle attività riguardanti le società dilettantistiche (LEGGI QUI), mentre nello scorso mese aveva difeso a spada tratta i dilettanti da un nuovo stop ai campionati (LEGGI QUI). Infatti, il deputato spiegò chiaramente che sarebbe stato un disastro fermare il mondo dilettantistico, ma dalle ultime notizie sembrerebbe che abbia dovuto alzare bandiera bianca davanti alle decisioni prese da organismi superiori alle sue competenze, le quali, almeno per lui, restano in ambito calcistico per tale casistica. In pratica, il premier Conte con il suo DPCM avrebbe portato alla sospensione dei campionati LND, lasciando di stucco, in primis, lo stesso Sibilia. La quarta serie di calcio italiano, in caso di conferme, dovrebbe tornare in campo da mercoledì 6 dicembre con i recuperi dei match non disputati fino ad oggi, poi una piccola pausa natalizia, per poi iniziare il tour de force con partite ogni tre giorni, come da calendario 2020-2021. Adesso non resta che attendere comunicazioni ufficiali da parte della Lega Nazionale Dilettanti, altrimenti tutto resterà invariato, con la stagione da giocare regolarmente.