Nola-Nardò 3-1. Versienti illude i granata, poker di vittorie casalinghe per i bruniani

Il Nola conquista la quarta vittoria consecutiva tra le mura amiche dello Sporting Club e riscatta la sconfitta della scorsa giornata nel derby campano contro la Gelbison. In gol Versienti che illude, poi Esposito, Tagliamente e Stoia per ribaltare definitivamente il risultato.

UN GOL PER SVEGLIARSI – Parte bene la formazione di Taurino ospite allo Sporting Club di Nola. Il Nardò vorrebbe continuare a macinare punti e allungare la striscia positiva e grazie al gol di Versienti sembra che il match contro i bruniani si metta per il verso giusto. Il Nola però dopo il vantaggio salentino reagisce e inizia ad alzare il baricentro rendendosi anche pericoloso. La formazione di De Sarno però non riesce a trovare il pareggio che però matura al 27′ quando Gennaro Esposito dal dischetto trasforma il rigore concesso dall’arbitro Catanzaro per il fallo di Palmisano su Tagluamonte. Un episodio che lascia qualche dubbio, non per il contatto quando per la zona. Dentro o fuori sono questione di centinetri. Arrivato il pareggio, il Nola cambia volto e inizia a spingere sfiorando ripetutamente il raddoppio che arriva al 39′ con Tagliamonte.

RIPRESA A RISCHIO – Il Nardò nel secondo tempo comincia con il piede sull’acceleratore. Granata che sfiorano in due nette occasioni il pareggio ma manca la precisione e il cinismo gusto per buttarla dentro. Il Nola pensa più a gestire e a difendersi provando a farsi avanti solo con con gli spazi giusti e senza forzare la giocata. Compatta la formazione di De Sarno riesce ad evitare i guai a Gragnaniello che riesce a leggere in anticipo le offensive avversarie. Il Nola dal canto suo sfiora in due occasioni il gol a cui si oppone solo un ottimo Rizzitano che si rifugia in angolo. Al 72′ però il portiere nerentino non può nulla contro il diagonale vincente di Stoia che allunga il risultato sul 3-1. Errore proprio degli ospiti che apre ad una ripartenza bruniana. Troianiello determinante per la seconda volta nei tre gol servendo due assist. Un Nardò che non demorde e con Arario sfiora il gol che rimetterebbe i suoi in gioco. Il Nola viene fuori col tempo anche in questa frazione di gioco ma il Nardò non si arrende nonostante il doppio svantaggio. Toro che sbatte nel finale contro un insuperabile Gragnaniello.

TAGLIAMONTE IN STATO DI GRAZIA – Una partita davvero magistrale per il classe ’99 che prende per mano i suoi compagni e li porta verso la vittoria. Procura il rigore per il momentaneo 1-1 e segna su suggerimento di Troianiello il gol del vantaggio bianconero. La giovane ala sinistra preme sulla velocità e sulla tecnica riuscendo a mettere in difficoltà la formazione nerentina diventando determinante soprattutto nel primo tempo quando c’era da salire in cattedra. Buona la prestazione anche nel secondo tempo, seppur come nella prima frazione di gioco il Nola viene fuori col tempo, pensando prima a coprirsi e a gestire il risultato rischiando e soffrendo ma senza subire il gol del 2-2. Meno evidente quindi il suo lavoro, causa proprio la tattica del tecnico bruniano ad inizio ripresa.

SPORTING CLUB AMMAZZA PUGLIESI – Quarta vittoria consecutiva per il Nola tra le mura amiche dello Sporting Club. Quarta vittoria consecutiva contro una squadra pugliese che non riescono a espugnare il campo Nolano. Dopo Altamura, Gravina e Bitonto anche il Nardò di mister Taurino è costretto a tornare a casa senza punti e soprattutto interrompendo la striscia positiva lunga 9 risultati utili consecutivi. I bruniani conquistano dal canto loro tre importantissimi punti per la causa salvezza.

Cristina Mariano

Condividi