Nocerina. Molossi condannati alla seconda sconfitta in due partite, il Foggia si impone 0-2

Una buona Nocerina che non rispecchia il risultato del campo esce sconfitta dal San Francesco contro il Foggia che si impone 0-2 nonostante i molossi abbiano disputato una bella gara, molto combattuta sul piano agonistico a discapito dello spettacolo, complice una direzione di gara tutt’altro che impeccabile.

Mister Di Costanzo schiera tra i pali l’insostituibile Lorenzo Leone, Ciampi, Campanella Mannone e De Siena compongono la difesa a 4 con Poziello centro-destra che rientra in fase difensiva accompagnato a centrocampo da Carrotta, Corcione; la coppia d’attacco è formata da Lava e Sorgente supportati da Lucio Di Lollo.
All’avvio le squadre si fronteggiano a viso aperto in una prima parte di gara in cui si sente l’importanza della gara anche sul piano agonistico, senza però rendersi pericolose: ne è testimonianza l’ammonizione di Anelli per il Foggia al 20′.
Al 25′ l’episodio che sblocca la gara: Cittadino crossa al centro dalla sinistra, appena dentro l’area di rigore Carrotta tocca il traversone con il braccio leggermente largo e per il signor Madonia è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Gentile che spiazza Leone per il gol del vantaggio degli ospiti. Passano 4 minuti e nell’area opposta si verifica la stessa situazione che ha generato il penalty dei satanelli, in questo caso è l’assistente di linea a dover giudicare in linea con la sfera ma assegna solo corner per la Nocerina.
Al 42′ l’ultima azione degna di nota del primo tempo: sulla fascia sinistra si fa servire molto bene Sorgente che poi prova una sorta di tiro cross dove però Lava non può arrivarci. Dopo 2’di recupero le squadre vanno cos√¨ a riposo con il Foggia avanti di misura grazie al rigore di Gentile.

Alla ripresa parte forte la Nocerina al 49′: Di Lollo serve ottimamente Sorgente in profondità lanciato a rete, l’attaccante classe ’99 dei molossi però a tu per tu conclude addosso a Fumagalli che in due tempi sventa la minaccia senza problemi; al 56′ poi Su un calcio d’angolo dalla sinistra Poziello sul secondo palo colpisce di testa ma la sfera da solo l’illusione del gol.
Al 32′ della ripresa l’arbitro si rende ancora protagonista quando ammonisce Carrotta per un fallo sulla trequarti difensiva della Nocerina prima, salvo poi estrarre il rosso per proteste mandando sotto la doccia anzitempo il centrocampista della squadra di Di Costanzo tagliando cos√¨ le gambe ai molossi: con un azione di contropiede sulla sinistra i satanelli chiudono la partita con Tortori che si smarca a centrocampo con un intervento ai limiti del regolamento e si invola verso l’area di rigore, salta il suo diretto avversario e batte Leone per lo 0-2.
All’86’ il Foggia va vicino al terzo gol con Campagna che dalla sinistra conclude sul primo palo colpendo il legno alla destra dell’estremo rossonero.
Dopo 5′ di recupero il sig. Madonia decreta la fine dell’incontro, i molossi incassano la seconda sconfitta nelle ultime due di campionato ma escono tra gli applausi del San Francesco a prova che la Nocerina ha dimostrato di potersela giocare, magari con qualche innesto che aumenti il valore tecnico della squadra ma soprattutto concretizzi le tante occasioni da gol sprecate anche oggi.

Condividi