Nocerina. Derby col Sorrento dell’ex Maiuri domani, partita da dentro o fuori

Nella sesta giornata del girone H di Serie D la Nocerina di mister Nello Di Costanzo è già ad un bivio importante della stagione: se l’obiettivo conclamato a più riprese per i molossi è la salvezza, non è ancora chiaro se la squadra, allestita direttamente dal presidente Paolo Maiorino riuscirà ad ottenerla con una certa tranquillità o ci sarà da sudare fino all’ultimo respiro.
La sconfitta col Bitonto di domenica scorsa ha lasciato non pochi strascichi polemici non tanto per il risultato maturato quanto per l’atteggiamento della squadra, compassata e quasi svogliata che ha fatto 100 passi indietro rispetto alla vittoria -seppur di misura- di 14 giorni fa contro l’ultima in classifica Nardò, alla luce soprattutto delle esternazioni del patron nocerino che in conferenza stampa ha strigliato pubblicamente chi è sceso in campo, invitando chi non se la sente ad andare via dopo averlo detto ai calciatori negli spogliatoi del San Francesco domenica scorsa e di un Di Costanzo apparso sereno nonostante la bruttissima prestazione dei suoi che non ha cercato alibi ma ha provato a giustificare la prova di poco carattere della squadra deviando spesso abilmente le domande postegli: risultato? Tutti in discussione, 6 punti in classifica che relegano i rossoneri nella bagarre playout dopo 5 giornate ed un campionato che si presenta più in salita di quanto forse Maiorino e Di Costanzo segretamente si aspettassero ed una piazza già di per se’ esigente che inizia a dimostrare un certo malumore per l’atteggiamento della squadra.
L’avversario di domani dei rossoneri non è di certo il migliore di questo momento, con gli ex Cacace e Gargiulo in campo che hanno più di un sassolino da togliersi dagli scarpini e che arriva in un magic moment, dopo la bella vittoria contro la corazzata Taranto domenica scorsa.
Il tecnico della Nocerina dovrà fare a meno per la delicatissima trasferta di domani di Di Lollo che ha subito un trauma alla caviglia che lo ha costretto a lasciare anzitempo il terreno di gioco domenica, di Landri di cui oramai non si hanno più notizie -sono ben poche in generale quelle che trapelano dallo “Squitieri” blindato da oramai 2 mesi a cui nessuno può accedere che siano le sedute infrasettimanali o la rifinitura- oltre che di Stellato assente dalla gara di Coppa contro il Portici ed ha avuto una settimana per lavorare sulla testa soprattutto di chi dovrebbe prendere per mano la squadra e trascinare i giovani, lavoro molto più difficile di quello del campo.
I convocati:

PORTIERI: Leone, Scolavino
DIFENSORI: Campanella, Ciampi, De Siena, Festa, Mannone, Matrone, Romano
CENTROCAMPISTI: Carrotta, Corcione, Mincione, Poziello
ATTACCANTI: Carrafiello, Lava, Liurni, Messina, Pisani, Sorgente, Tshibamba

Marco Balestrino