NBA. Il “Black Mamba” si ritira a fine stagione, la lettera di KB24

Dopo anni passati sul parquet, anellando successi dopo successi, come i tanti canestri messi a segno (32.482 fino ad ora, ndr), Kobe Bryant ha annunciato il suo ritiro dal campo da gioco. La Nba e i Los Angeles Lakers perderanno uno dei migliori interpreti di questo sport nell’era post Michale Jordan. Il “Black Mamba” ha scritto una lettera in cui annuncia il suo addio a fine stagione.

LA TRADUZIONE INTEGRALE DELLA LETTERA DI KOBE BRYANT

Cara Pallacanestro, dal momento in cui ho indossato i calzettoni di mio papà e immaginavo di realizzare canestri vincenti nel Great Western Forum sapevo che una cosa era reale: mi ero innamorato di te. Un amore cos√¨ profondo che ti ho dato tutto me stesso dalla mia mente e mio corpo al mio spirito e anima. Da bambino di 6 anni profondamente innamorato di te non ho mai visto la fine del tunnel. Vedevo solo me stesso correre fuori da ciò. E cos√¨ ho corso. Ho corso su è giù per ogni campo, dopo ogni palla persa per te. Mi hai chiesto di battermi. Io ti ho dato il cuore perch√© di riflesso sei arrivata a darmi tanto altro. Ho giocato nella gioia e nel dolore. Non perch√© la sfida mi chiamava, ma perch√© tu mi stavi chiamando.

Ho fatto tutto per te. Perch√© questo è quello che fai quando qualcuno ti fa sentire cos√¨ vivo come tu hai mi hai fatto sentire. Tu hai dato a un bambino di 6 anni il suo sogno di essere un Laker. E ti amerò per sempre per questo. Ma non posso amarti ossessivamente ancora per molto. Questa stagione è tutto quello che mi rimane da dare. Il mio cuore può reggere il colpo, la mia mente può gestire lo sforzo, ma il mio corpo sa che è tempo di dire addio. E questo è OK. Sono pronto per lasciarti andare. Voglio che tu lo sappia ora, cos√¨ possiamo assaporarci ogni momento che ci rimane assieme. Il bello e il cattivo. Ci siamo concessi l’un l’altro tutto quello che avevamo. Ed entrambi lo sappiamo. Non importa cosa farò dopo, sarò sempre quel bambino con i calzettoni alzati, il cestino nell’angolo: 5 secondi sul cronometro, palla tra le mani 5‚Ķ 4‚Ķ 3‚Ķ 2‚Ķ 1. Ti amerò sempre, Kobe.

Gianfranco Collaro