Nazionale. Balzaretti: “E’ bello tornare. Scudetto? Prima Napoli e…”

Sto ancora facendo il mio percorso per arrivare al top della condizione fisica, qui mi sento a casa, ho rivisto i miei compagni, tutto lo staff, per me e’ un onore essere qui, speriamo possa essere un buon punto di partenza. Cosi’ Giuseppe Rossi, attaccante della Fiorentina tornato in Nazionale dopo due anni e i gravi infortuni che ne hanno condizionato le ultime stagioni. E’ un anno molto importante per me, ricomincio da zero, torno come un calciatore nuovo, sono in un campionato nuovo, sono in una squadra nuova, con un tecnico nuovo e nuovi compagni e ho tante cose da imparare, ma finora e’ tutto positivo, anche se so che si puo’ migliorare e lavoro per questo. Prandelli da anni pensa a una coppia d’attacco Rossi-Balotelli. Conosciamo le caratteristiche di Mario, e’ un grande giocatore, ma io mi trovo bene con qualsiasi attaccante, qui in Nazionale e piu’ in generale e’ stato cosi’ in tutta la mia carriera, con Mario o con altri so che qui si puo’ far bene. Io il buono del gruppo e lui il cattivo? Ma no, Mario non e’ un cattivo, nessuno e’ un santo e neanche io. Non siamo agli opposti, abbiamo tante cose in comune, viviamo bene tra di noi qui in nazionale, siamo un bel gruppo. Rossi commenta anche il possibile ritorno in azzurro di Totti. Conosciamo tutte le sue qualita’, e’ un calciatore che fa bene al calcio italiano e se dovesse tornare farebbe bene anche alla Nazionale, ma questo si vedra’ piu’ avanti, adesso pensiamo a fare due buone partite e a crescere come gruppo. E’ molto bello tornare qui, e’ una grandissima soddisfazione questa chiamata. Il merito di questo mio ritorno e’ sia mio che della squadra, sono molto contento, stiamo attraversando un bel momento sia a livello personale che della Roma. Ritorno in Nazionale azzurra a quasi un anno di distanza dall’ultima volta, per l’esterno sinistro della Roma, Federico Balzaretti, convocato per il doppio impegno di qualificazione ai Mondiali del 2014 contro Danimarca e Armenia. Dipendera’ dalle prestazioni mie e della Roma andare in Brasile, ma il mio obiettivo e’ quello di esserci ‚Äì ha spiegato dal ritiro azzurro di Coverciano ancora Balzaretti -. Totti? Viene prima di tutto la persona e per il valore umano uno come lui e’ un esempio, una persona eccezionale, un giocatore totale, fantastico. Un giocatore come Francesco Totti non puo’ non essere accettato dal gruppo della Nazionale. Scudetto? E’ presto dopo sette partite parlare di questo obiettivo, ci sono squadre piu’accreditate di noi come Juventus e Napoli. (italpress.com)