Napoli. Spalletti: “Koulibaly? Se vuole andar via lo ringrazieremo”

Primo evento azzurro in Val di Sole. Spalletti, Di Lorenzo e Rrahmani hanno incontrato i tifosi nel Centro Congressi di Folgarida rispondendo alle domande del pubblico tra entusiasmo e calore.

Queste le dichiarazioni salienti della serata:

Spalletti:

Il nostro modulo è il 4-3-3 ma possiamo giocare anche con il trequartista. Possiamo adottare entrambi gli schemi ma va sempre tenuto conto delle caratteristiche dei nostri calciatori”.

“Dalla mia squadra mi aspetto sempre ambizione e voglia di migliorare il risultato ottenuto la stagione precedente. Dovremo essere bravi a mettere le basi sin da subito per creare presupposti importanti”.

“L’anno scorso abbiamo ottenuto un grande traguardo, siamo tornati in Champions, abbiamo vinto partite in maniera bruillante e la squadra merita i complimenti”.

“Io vorrei sempre avere in squadra Koulibaly perché è un giocatore straordinario. Poi è chiaro che se lui volesse andar via lo ringrazieremo sempre per tutto il contributo che ci ha dato sia sotto l’aspetto tecnico che umano. Se rimanesse gli darei la fascia di capitano, ma se dovesse andar via gli auguriamo tutto il bene possibile perché se lo merita”.

“Il mercato è sempre aperto. Stiamo facendo valutazioni per cercare di completare la rosa. Abbiamo in rosa anche giovani molto forti che se prendono possesso pieno delle loro potenzialità potrebbero essere delle rivelazioni”.

“Kvara e Olivera sono due calciatori molto interessanti che dimostreranno il loro valore. Ci metteranno poco ad ambientarsi ed entrare nei meccanismi del calcio italiano”.

“Osimhen è un attaccante fantastico che può diventare ancora più forte. Sono convinto che quest’anno, potendolo avere sempre a disposizione, possa esprimere tutta la sua forza”.

Sulla difesa a 3: “Potrebbe essere una idea, ma non è la nostra idea principale perché la difesa a 4 credo sia più adatta a questa squadra”.

“Allenare il Napoli è una grande emozione. Da giovane ho seguito i campioni che hanno vestito la maglia azzurra e ovviamente qui ha giocato il più grande di tutti: Diego Maradona. Entrare in quello stadio dà sensazioni speciali”.

Rrahmani:

Da Koulibaly ho imparato tantissimo e spero di poter giocare ancora con lui a Napoli. E’ tra i difensori più forti al Mondo ed è un onore aver giocato con lui”.

“Il giocatore più forte che ho affrontato per fortuna ce l’ho in squadra ed è Osimhen. Con lui combatto ogni giorno nelle partitine di allenamento. E’ un attaccante fortissimo”.

“Sin da quando ero piccolo il mio sogno era di giocare ad alti livelli e sono felice di essere a Napoli oggi”.

Qui c’è un gruppo molto unito e tanti ragazzi simpatici. Davvero è uno spogliatoio di persone perbene che si aiutano e che hanno grande energia positiva”.

Giocare per il Napoli è un onore per me e spero di poter restare qui per conquistare i successi che la città merita”.

Di Lorenzo:

A Napoli sto molto bene, mi trovo benissimo con la mia famiglia. Sono molto contento di vivere qui”.

“Il mio ruolo è quello di difensore destro ma se c’è necessità posso giocare anche da centrale come accaduto in passato”.

“Abbiamo un grande entusiasmo per affrontare questa stagione, siamo tornati in Champions e vogliamo ottenere risultati importanti. Siamo carichi e pronti per cominciare”.