Mugnano Women, Matacena: “Seguo Laura Giuliani. Vogliamo vincere”

Da settembre difenderà la porta del Mugnano Women. Si ispira a Buffon e si trova già bene con le nuove compagne. Fra obiettivi, esperienze e pronostici, Maria Matacena si è raccontata ai canali ufficiali della societá di Castrese Filogamo.

In che ruolo giochi? Dove hai militato prima d’ora? A quale calciatrice ti ispiri?

Di ruolo faccio il portiere. Ho iniziato col calcio a cinque poi, nel 2015, ho conosciuto la società Calvizzano Woman: lí ho giocato per due stagioni. Nel 2017, con lo stesso gruppo, passo all’Afro Napoli United. Nel 2018 si crea la società Asd Indipendent dove milito fino ad oggi. Da settembre sarò in prestito al Mugnano Women. Mi ispiro da sempre a Gianluigi Buffon, ma anche a Iker Casilias e Manuel Neuer. Nel panorama femminile seguo sempre Laura Giuliani.

Come ti sei approcciata al Mugnano Women? Hai partecipato allo stage? Com’è andata?

Al Mugnano Woman approdo tramite dei contatti con l’allenatrice Luisana Grasso che mi ha proposto degli stage estivi e devo dire che mi sono subito trovata bene. Il presidente Castrese Filogamo e il mister sono due persone splendide.

Conoscevi giá Luisana Grasso? Che impressione ti ha dato in questi primissimi giorni di lavoro?

Conosco Luisana Grasso da circa otto anni, quindi da molto prima che diventasse allenatrice. Sevo dire che la mia opinione non è cambiata, anzi direi migliorata. Ho trovato un’allenatrice aperta al dialogo e al confronto, è sempre pronta a dare fiducia e la giusta spinta alle nuove calciatrici in erba. È una persona molto umile e credo fortemente nel suo progetto.

Quali sono in linea massima i tuoi obiettivi stagionali?

I miei obiettivi stagionali sono:
fare bella figura e mai dimenticare che il calcio è uno sport. Per fare bene bisogna divertirsi e fare gruppo e in questi primi giorni si sta creado un bel mix di persone affiatate che hanno grinta, fame e sete di vittoria. Il tutto condito con lo spirito del divertimento.

Chi vince l’Europeo femminile d’Inghilterra 2022?

Credo che la Francia e l’Inghilterra se la giochino. Hanno stili di gioco rapidi, velocitá di pensiero e giocatrici eccellenti. Mi piacerebbe che vincesse la Francia, rispecchia a pieno l’essenza del calcio. Anche senza Katoto sono forti, e lei sa essere leader anche fuori dal campo.

Ph Credit: Asd Indipendent