Milan. In attesa di Seedorf squadra a Tassotti

Il Milan dice addio a Massimiliano Allegri. Una separazione forzata ma dovuta, dopo l’ennesimo tonfo in campionato, l’ultimo di una serie che ha logorato un rapporto durato circa tre anni e mezzo. Alle 11:24 di oggi il comunicato della societa’ ha aperto la porta al tecnico e al suo staff, che attendevano solamente l’ufficialita’ dell’esonero da ieri sera, quando di rientro da Reggio Emilia tutti davano la decisione ormai come imminente. La giornata odierna del Milan si e’ svolta a ritmo cadenzato, ma tutto secondo programma: ritrovo a Milanello e allenamento condotto da Mauro Tassotti, che momentaneamente sara’ l’allenatore del Milan, in attesa che Clarence Seedorf venga ufficializzato, da subito (giovedi’) o per la prossima stagione. Dopo la comunicazione dell’esonero, l’ormai ex tecnico del Milan ha voluto salutare tutta la squadra e il personale del centro sportivo di Milanello: una commozione che testimonia quanto Allegri volesse portare a termine questo suo percorso, ormai gia’ deciso. Provatissimo Adriano Galliani, l’uomo che lo ha voluto fortemente a Milano e che lo ha difeso e salvato svariate volte. Questo cambiamento e’ una sconfitta anche per lui, che potrebbe rivedere la sua posizione societaria a fine stagione: “Sono dispiaciuto per Allegri per come sono andate le cose, soprattutto dal punto di vista umano. Ho parlato con la squadra, staro’ al fianco di Tassotti”. Allegri ha lasciato Milanello poco dopo Galliani, e nel pomeriggio ha voluto salutare e ringraziare tutti con poche parole: “Ringrazio la proprieta’ e la societa’ del Milan per le tre stagioni e mezzo di panchina rossonera. E’ stata un’esperienza gratificante, corredata da importanti successi.Un ringraziamento particolare – ha aggiunto Allegri – va anche a tutti gli addetti del centro sportivo di Milanello che hanno attivamente collaborato e ai tifosi che in questi anni hanno sempre sostenuto la squadra”. Dal pranzo odierno di Arcore sono arrivate tutte le direttive societarie: allenatore ad interim Mauro Tassotti, in attesa che possa arrivare, gia’ in settimana, Clarence Seedorf, allenatore del Milan del futuro.
L’olandese, che ha fatto sapere di non poter parlare, attende il via libera dal Botafogo, che non sembra cosi’ arrendevole nel lasciarlo partire. Il club carioca si sta giocando la Coppa Libertadores e preferirebbe non privarsi dell’ancora giocatore olandese. In via Aldo Rossi trapela comunque ottimismo, per una decisione della famiglia Berlusconi ormai presa. Con Seedorf potrebbero gia’ arrivare anche alcuni collaboratori eccellenti come Jaap Stam, Hernan Crespo e Patrick Kluivert: tanti nomi pesanti, ex rossoneri, che dovranno dimostrare a tutti la buona riuscita di questa scommessa. Tramontata gia’ in mattinata l’ipotesi Filippo Inzaghi, volenteroso di voler finire con la sua squadra Primavera e svolgere un percorso di formazione continuo e regolare. (agi)

Condividi