Maradona, Di Marzio e….quel colpo di mercato saltato

Dietro le storie di calcio esistono sempre dei retroscena che nessuno mai conoscerà, o che, poi, dopo tanti anni troveranno la luce, lasciando basiti e sorpresi, a volte anche con un pizzico di ilarità. Gianluca Di Marzio, autore del nuovo libro “Grand Hotel Calciomercato” è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Tra una domanda e l’altra, il famoso figlio d’arte dell’ex tecnico azzurro Gianni, racconta un aneddoto su Maradona.

Era il 1978 e nella sessione di mercato Gianni Di Marzio, all’epoca proprio sulla panchina del Napoli, chiese a Corrado Ferlaino l’acquisto di Diego Armando Maradona, segnalatogli da osservatori di fiducia. Tutto saltò, però, perchè per errore il nome Maradona fu trascritto come Mariconda. Un errore di cui non si conoscerà mai il responsabile, ma che sicuramente ha tracciato la storia del Napoli.

Intanto, però, un Mariconda esiste eccome. Generalmente conosciuta come la famosissima minestra lombarda d’altri tempi, all’anagrafe c’è anche un Vincenzo Mariconda. Coincidenza vuole che, il nuovo presidente dell’Esselunga, ma soprattutto manager e avvocato stimatissimo nella Milano bene, sia anche un tifosissimo del Napoli. Insomma, la mela non è poi caduta così lontano dall’albero.