L’Ischia espugna il Cappuccini, la Maddalonese cade nel primo round dei quarti di coppa

Passa l’Ischia al “Cappuccini” nella gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia. Uno 0-2 che mette una seria ipoteca sul passaggio del turno e fa spostare l’ago della bilancia della qualificazione dalla parte dei gialloblù. Un’Ischia cinica e compatta che riesce a limitare i danni in un primo tempo di chiara marca maddalonese per poi colpire di rimessa gelando l’entusiasmo dei padroni di casa. Un vantaggio comunque legittimato negli ultimi venti minuti quando gli isolani hanno più volte sfiorato la terza rete. Entrambi gli allenatori partono con un leggero turn over ma con la massima attenzione verso l’impegno tricolore. Maddalonese che nella prima mezz’ora sembra tornare ad essere quella ammirata fino ad inizio ottobre. Gioco fluido e limpide occasioni che fanno gridare al gol. Nell’ordine: al sesto minuto Barletta illumina in esterna per Di Costanzo che entra in area senza contrasti avversari e spara di prima intenzione trovando la risposta da campione di Di Chiara. Al 13’ Gugliemo si crea, dopo una serie di doppi passi, un’occasione personale dal fondo ma la conclusione è alta. Al 35’ ancora Barletta al cross felpato con Di Costanzo che a tre metri dalla porta non centra lo specchio con il suo colpo di testa. Gol mancato, gol subito come legge inequivocabile del calcio. Al 37’ palla velenosa in area maddalonese, Trofa è bravo ad anticipare tutti e con la punta beffa Cerreto. Ad inizio ripresa la doccia gelata che spegne l’ardore granata. Errore di De Fenza, D’Antonio ruba palla ed indisturbato si invola verso il raddoppio. Entra Dino Fava ma la difesa dell’Ischia controlla senza affanni nonostante la voglia della Maddalonese di riaprire il match. Arrivano tre clamorose palle gol per gli ospiti: al 72’ Buono si inventa una giocata da posizione defilata che centra il pieno il palo opposto. Al 75’ Trofa scappa in contropiede dopo una ripartenza ed entrato in area fa partire un diagonale che lambisce il palo. Infine, all’83’ Trani, all’ennesima sgroppata sulla fascia, porge l’assist a Castagna che tira di prima intenzione trovando i pugni di Cerreto. Ultimo sussulto al 93’ con De Fenza che svetta su cross dalla sinistra sfiorando la rete che avrebbe dato maggiori emozioni alla gara di ritorno in programma il 15 dicembre. Nelle fila della Maddalonese continua a salire di condizione Barletta e si conferma Percope. Nella partita compatta ed ordinata dell’Ischia grande prestazione di capitan Trofa, Filosa e Trani

MADDALONESE-ISCHIA 0-2

MADDALONESE: Cerreto, De Fenza, Percope, Zacchia, Ferraro, Della Ventura (86’ Natale), Colella (58’ Verdicchio), Pingue, Guglielmo (65’ Romagnoli), Di Costanzo (50’ Fava), Barletta (88’ Sannazzaro). A disp.: Domigno, Falco, Alfano, Orientale. Allenatore: Valerio
ISCHIA: Di Chiara, Buono (84’ Cibelli), Trofa, D’Antonio (65’ Mantanino), Chiariello, Arcamone G., Castagna (87’ Di Meglio), Muscariello, Trani (87’ Pesce), Filosa, De Luise (81’ Sogliuzzo). A disp.: Mazzella, Iacono, Arcamone M. Allenatore: Iervolino
ARBITRO: Tomei di Sapri
MARCATORI: 37’ trofa, 47’ D’antonio
AMMONITI: Zacchia, Gugliemo, Barletta, Della Ventura, Ferraro, Buono, Chiariello, D’Antonio, Pesce
NOTE: pomeriggio freddo, angoli 4-5