La Campania calcistica in Serie A: dai fratelli Insigne ai casi Soriano e Sansone

Arte, cultura, food, spettacolo ma anche sport e per la precisione calcio: la Campania con i suoi valori avanza verso obiettivi sempre piú onorevoli.

La stagione calcistica 2020/21 è iniziata da due mesi ormai e la Serie A, la massima esplicazione del calcio del “Bel Paese” dal valore economico esagerato, vede tesserati tra le 20 squadre attuali ben 593 giocatori, dei quali circa il 10% è di origine campana: nati alcuni dei piú noti a Frattamaggiore, altrettanti noti sono originari di Castellammare di Stabia, un nome è legato a Cava dei Tirreni, un altro a Torre del Greco e cosí via. La Campania ricopre una buona fetta del massimo calcio italiano. Abbiamo cercato di raccogliere informazioni sui tesserati in Serie A aventi origini campane per capire effettivamente la portata di quel dieci percento e abbiamo scoperto che di quelli che giá hanno fatto e tuttora stanno facendo parlare di sè, all’incirca sono 26: ci sono alcuni oriundi, ma tra essi ci sono anche giovani che si stanno facendo le ossa nelle serie minori in prestito ed altri ancora che invece ci militano eccome in Serie A e sono, chi piú e chi meno, protagonisti del campionato in corso.

Dai fratelli Insigne (Lorenzo nel Napoli e Roberto nel Benvento, entrambi originari di Frattamaggiore) ai Donnarumma (i portieri Antonio e soprattutto Gianluigi, di Castellammare di Stabia e ambedue nel Milan), da Ciro Immobile (di Torre Annunziata ed attuale bomber della Lazio), Fabio Quagliarella (longevo attaccante della Sampdoria e anch’egli nato a Castellammare), Armano Izzo (originario di Scampia e ora calciatore e difensore del Torino), Fabio Pisacane (originario dei quartieri spagnoli e oggi difensore del Cagliari), Domenico Criscito (originario di Cercola e adesso capitano del Genoa), Luigi Sepe (nato a Torre del Greco e portiere del Parma), Antonio Mirante (nato a Castellammare di Stabia e portiere della Roma) fino ad arrivare ai meno noti come Alessandro Tripardelli (difensore nato a Napoli che gioca nel Cagliari), Giuseppe Pezzella (nato a Napoli e giocatore del Parma), Luigi Vitale (anch’egli nato a Castellammare di Stabia e ora giocatore del Verona), Pietro Terracciano (originario di San Felice a Cancello e portiere oggi della Fiorentina) e poi, per concludere, i “casi” Germàn Pezzella (nato a Bahia Blanca in Argentina ma originario di Frattamaggiore e oggi giocatore nonchè capitano della Fiorentina), Nicola Sansone (nato in Germania ma originario di Novi Velia in provincia di Salerno, oggi gioca nel Bologna) e di Roberto Soriano (anche lui gioca nel Bologna, nato in Germania ma originario di Sperone in provincia di Avellino).

E questi sono solo alcuni, perchè anche Rolando Madragora dell’Udinese (originario di Scampia), il difensore Danilo D’Ambrosio dell’Inter (originario di Caivano), Sebastiano Esposito (nato a Castellammare, di proprietá dell’Inter ma in prestito alla Spal in B), Gianluca Gaetano (di Cimitile e giocatore del Napoli in prestito alla Cremonese), Andrea Rispoli (di Cava dei Tirreni e oggi nel Crotone), Salvatore Bocchetti (di Napoli e oggi al Pescara ma di proprietà del Verona), Gabriele Corbo e Gianmarco Cangiano (questi ultimi due nati a Napoli, di proprietá del Bologna ed in prestito all’Ascoli in Serie B).