Kart. Al Circuito di Sarno le gare mondiali FIA

Beh, almeno questo lo possiamo vendere. Per l’Italia, a Sarno (Sa) presso il Circuito Internazionale Napoli si è già aperta la settimana che condurrà al Campionato del Mondo Karting (round 1) classe KFJ, alla International Super Cup di classe KF ed al side event della Coppa Italia per la classe KZ. Come da programma, le operazioni inizieranno nelle giornata di Mercoled√¨ 2 Ottobre e gioved√¨ con le prove libere in pista e gli adempimenti amministrative dei piloti e Scuderie partecipanti; continueranno nella giornata di venerd√¨ e sabato con le prove di qualificazione e delle prime gare denominate manche utili a scremare il gruppone di concorrenti che per le tre categorie impegnate faranno le finali, gare conclusive nella giornata di Domenica 6 Ottobre pv.

In totale come piloti iscritti alla prova di Sarno saranno 110 caschi più coloro che parteciperanno per la classe KZ alla Coppa Italia che fungerà da gara di contorno agli eventi mondiali Karting. Nello specifico: 84 piloti per la KFJ e 26 per la classe KF. 28 le Nazioni rappresentate da tutto il globo per la KFJ, 14 per l’International Super Cup. L’evento è una manifestazione agonistica della FIA (la stessa della Formula 1) è promossa dalla WSK Promotion ed è un evento ACI CSAI per l’Italia. La tappa di Sarno per la categoria KFJ sarà la prima prova del Campionato del Mondo che si concluderà nel Bahrain sulla pista ricavata nel complesso motoristico che ospita anche il Gran Premio di Formula 1 in Sakhir nel Regno dell’isola del Golfo Persico. 12 le case costruttrici di telaio e 5 di motori nella KFJ. 8 e 3 nella KF. Per entrambe le categorie vige il regime di monogomma con il fornitore unico Vega Spa. Nella KZ, il fornitore sarà la Bridgestone (cortesia kartcom.com)

Per quanto riguarda l’importanza della classe ed i mezzi in gara: la KFJ è una categoria di bivio. Qui si deciderà con buona attendibilità, se il pilota continuerà la carriera nel karting o prenderà il volo verso le auto con approdo in Formula 1 o altre serie top dell’automobilismo sportivo. La KFJ ocome da regolamento la KF3 non dispone di cambio, ha motorizzazioni di 125 cc, sviluppa potenza nel range di 20-23 cv per 75 kg di peso senza carburante e pilota ed un peso minimo di 145 kg pilota compreso. I giri motore sono limitati a 14 mila. Una ratio, peso potenza è 0,17 giusto la metà per intenderci di una Formula 1 che in media ha 750 cv diviso 2400 di cilindrata. Una potenza insomma di assoluto rilievo. L’età dei piloti come da regolamento sportivo va dai 13 anni compiuti ai 15. La classe KF invece impegnata nella International Super Cup, come da regolamento sportivo accoglie piloti dai 15 anni a salire. La cilindrata dei motori è di 125cc altres√¨. Non dispone di cambio avendo la trasmissione centrifuga a presa diretta limitata a 15 mila giri. La potenza espressa è nel range dei 30 a 33 cv. Il peso minimo del mezzo con il pilota deve essere di 158 kg. Una ratio, peso potenza è 0,25. La classe KZ2 la più prestazionale del karting questa volta però inserita nel contesto della Coppa Italia è dotata di cambio a 6 marce per 40-42 cv di potenza sempre espressa da una unità di 125cc.

Il Circuito Internazionale Napoli, la pista di Sarno (Sa) ha un percorso di gara di quasi 2 km al giro offrendo un tracciato di 1699 metri come da regolamento Internazionale Fia. Ospita dal 1999 le gare Karting più importanti e più tilolate a livello Internazionale.

I record sul giro ufficiali sono:
KFJ (KF3): Alessio Lorandi (Tony Kart/Vortex/Vega – ITA) [Telaio/Motore/Gomme] in 1.06.217 (WSK MS 2012) KF2: Felice Tiene (Crg/Bmb/Vega) in 1.04.715 (WSK MS 2012)

 

circuito_sarno_motori kartsarno