Italia. Con l’esordio alle porte, Bernardeschi: “La convocazione il coronamento di un sogno”

A dieci giorni dall’esordio con il Belgio nella Fase Finale del Campionato Europeo, prosegue a Coverciano la preparazione della Nazionale. Dopo la mattinata dedicata ad una lunga seduta video, gli Azzurri nel pomeriggio saranno impegnati sul campo del Centro Tecnico Federale in un test di allenamento contro la Primavera dell’Empoli. Nella serata di domenica la squadra raggiungerà Verona, dove luned√¨ (ore 20.45) allo Stadio Bentegodi se la vedrà con la Finlandia nell’ultima amichevole prima della partenza per la Francia.

In sala stampa è stata oggi la volta di Federico Bernardeschi, una delle più belle sorprese dell’ultimo campionato e alla sua prima grande avventura su un palcoscenico internazionale: Se temeva di non essere convocato un campione come De Rossi ‚Äì esordisce il centrocampista della Fiorentina davanti ai cronisti ‚Äì figuriamoci io. Ho sempre cercato di dare il 100% ed è arrivata questa chiamata importantissima per me. Sono il più giovane ed è un grande privilegio essere qui in mezzo a tanti campioni.

Nato a Carrara come Buffon (con Gigi ho un bellissimo rapporto, lo ringrazierò sempre per i consigli che mi dà. E’ un modello da seguire), cresciuto nel mito di Andriy Shevchenko, nel 2006, quando l’Italia si laureava per la quarta volta Campione del Mondo, Bernardeschi aveva solo 12 anni: Ho fatto una buona annata ed essere qui è il coronamento di un sogno. Questo deve essere però per me un punto di partenza, dobbiamo lavorare per raggiungere i nostri sogni. E il sogno sarebbe vincere l’Europeo.

Antonio Conte gli chiede di saltare l’uomo e di creare superiorità numerica: A livello tattico mi trovo bene come esterno destro ‚Äì sottolinea ‚Äì e un giorno mi piacerebbe giocare come trequartista, ma so di dovermi adattare ad ogni ruolo e l’importante è cercare di dare il mio contributo. Tecnicamente amo giocare con il pallone andare in profondità.

Chiusura su Thiago Motta e sui punti di forza dell’Italia: Thiago merita la maglia numero 10 per quello che ha fatto in carriera. Questa Nazionale ha tanta qualità in ogni singolo giocatore e come squadra, la nostra forza deve essere il gruppo.

I numeri di maglia dei 23 Azzurri convocati per l’Europeo

Portieri: 1 Gianluigi Buffon (Juventus), 13 Federico Marchetti (Lazio), 12 Salvatore Sirigu (Paris Saint Germain);
Difensori: 15 Andrea Barzagli (Juventus), 19 Leonardo Bonucci (Juventus), 3 Giorgio Chiellini (Juventus), 5 Angelo Obinze Ogbonna (West Ham);
Esterni: 21 Federico Bernardeschi (Fiorentina), 6 Antonio Candreva (Lazio), 4 Matteo Darmian (Manchester United), 2 Mattia De Sciglio (Milan), 22 Stephan El Shaarawy (Roma);
Centrocampisti: 16 Daniele De Rossi (Roma), 8 Alessandro Florenzi (Roma), 23 Emanuele Giaccherini (Bologna),10 Thiago Motta (Paris Saint Germain), 18 Marco Parolo (Lazio), 14 Stefano Sturaro (Juventus);
Attaccanti: 17 Citadin Martins Eder (Inter), 11 Ciro Immobile (Torino), 20 Lorenzo Insigne (Napoli), 9 Graziano Pellè (Southampton), 7 Simone Zaza (Juventus).

*Aggregati alla squadra Marco Benassi (Torino), Alex Meret (Udinese), Daniele Rugani (Juventus) e Davide Zappacosta (Torino)

Fonte Vivo Azzurro