Ischia. KO di misura in trasferta, vince il Flaminia

FLAMINIA CIVITA CASTELLANA – ISCHIA CALCIO 2-1

FLAMINIA CIVITA CASTELLANA: Chicarella, Igini, Bradarskiy, Mattia (44’ st Paun), Benedetti, Boccaccini, Bertoldi (40’ st Massaccesi), Marchi, Celentano L. (14’ st De Cenco), Lorusso (30’ pt Tirelli), Montecolle (1’ st Muti). (In panchina Vilardi, Tufano, Celentano A., Ancillai). All. Onofri.

ISCHIA CALCIO: Vivace, Florio, Ballirano, Maiorano, Buono (21’ st Montuori), Pastore, Quirino, Trofa (29’ st Montanino), Talamo, Baldassi, Di Meglio (12’ st Patalano). ( In panchina Sarracino, Spunticcia, Aniceto, Bisogno, Arcamone, Galaoui). All. Corino.

ARBITRO: Sabri (Rovereto). Assistenti: Scipione (Firenze) e Bruno (Lanciano).
MARCATORI: nel p.t. 2’ Lorusso (FCC), 35’ Baldassi (I) nel s.t. 21’ rig. Benedetti (FCC).
NOTE: angoli 4-2. Ammoniti Bradarskiy (FCC), Vivace (I), Onofri (FCC), Chicarella (FCC). Espulso al 48’ st il tecnico Onofri (FCC).
Durata: pt 48′, st 52′. Spettatori 250 circa di cui 100 circa ischitani.

L’Ischia esce sconfitta nella prima trasferta del 2024. Un K.O. amaro per la squadra oggi guidata da mister Corino (Buonocore squalificato) alla luce delle tante occasioni create e sprecate. Inizio shock per l’Ischia. I padroni di casa partono forte, guadagnando due calci d’angolo consecutivi. Dal secondo tiro dalla bandierina, i laziali giocano corto liberando Lorusso che realizza la rete del vantaggio con un tiro a giro sul quale Vivace non può far nulla. Al 7’, arriva il primo squillo dell’Ischia con lo spunto di Baldassi, la conclusione del numero dieci si spegne sul fondo. Al 9’, altra bella combinazione dell’Ischia con Quirino che imbecca Talamo, che dai sedici metri fa partire una conclusione che termina alta sulla trasversale.

Al 27’ Quirino raccoglie una rimessa laterale battuta da Florio e dal limite dell’area si ritaglia lo spazio per la conclusione che viene parata da Chicarella. Al 35’, l’Ischia pareggia i conti: Vivace rilancia velocemente e imbecca Baldassi che controlla magistralmente il pallone e beffa in uscita il portiere. Nel primo minuto di recupero, Ballirano impensierisce l’estremo difensore locale con un calcio di punizione dai venticinque metri che viene respinto in due tempi. Al tramonto della prima frazione, ghiottissima occasione per l’Ischia: gioco di sponda di Talamo per Quirino, l’under procidano imbecca Di Meglio, tiro ravvicinato della mezzala ma Chicarella si supera respingendo con i pugni.

Avvio di ripresa di marca Flaminia. Al 49’ Muti, entrato nell’intervallo, dai diciotto metri fa partire un sinistro che scheggia la traversa della porta ischitana. Risponde l’Ischia con Di Meglio che raccoglie una sponda di Talamo e chiama ancora all’intervento Chicarella che si rifugia in corner. Cresce l’Ischia, all’ora di gioco Baldassi serve Talamo che dal limite dell’area si libera, la conclusione dell’attaccante non trova però lo specchio della porta. Al 65’ l’episodio che decide la partita: disattenzione della linea difensiva gialloblù, De Cenco scatta sul filo del fuorigioco e viene atterrato da Vivace. L’arbitro, dapprima sventola il rosso e assegna un calcio di punizione, poi successivamente viene richiamato dal secondo assistente e ripiega sul giallo all’estremo difensore ischitano e la massima punizione per il Flaminia.

Dagli undici metri, Benedetti spiazza Vivace e riporta in vantaggio il padroni di casa. I gialloblù alzano il baricentro alla ricerca del nuovo pareggio ma non riescono a impensierire la retroguardia viterbese. Solo nell’ultimo quarto d’ora, l’Ischia crea più di cinque potenziali occasioni da rete. Al 77’, gli ospiti vanno a un passo dal pareggio con un calcio di punizione di Baldassi che fa la barba al palo della porta di Chicarella. Dopo tre minuti è ancora Baldassi ad essere pericoloso con un tiro che sorvola di poco la traversa della porta locale. All’84’ altra occasione per i gialloblù, Baldassi dalla sinistra serve sul secondo palo Montanino che da buona posizione di testa non trova incredibilmente la porta.

Nei minuti di recupero, l’Ischia va più volte vicino alla rete del pareggio. Prima Talamo, in area con un’incornata prende in pieno il palo alla destra di Chicarella, poi una conclusione di Baldassi, diretta nello specchio della porta, viene respinto da un difensore locale.

Nel prossimo turno, l’Ischia torna al “Mazzella” ospitando la Costa Orientale Sarda (ore 11.00).