Inter. Thohir: “Stimo Mazzarri, mi piacciono Messi e Frank De Boer”

Mi piacciono Messi e Frank De Boer. Parlo molto con Mazzarri e lo stimo. Zanetti? Parlero’ presto col capitano. Queste in sintesi le parole rilasciate dal presidente dell’Inter, Erick Thohir, a Sportmediaset. Messi e’ fortissimo; ma non basta una stella per fare una squadra. Ammiro il lavoro di De Boer all’Ajax: e’ un allenatore che mi piace; ma questo non significa che vorrei portarlo qui. Sono contento di Mazzarri, un tecnico con il quale parlo e mi confronto molto. E’ uno dei migliori allenatori in circolazione: adesso e’ importante supportarlo e dargli la massima fiducia. Progetti a lungo termine con lui? Facciamo un passo alla volta, ha precisato il numero uno della societa’ nerazzurra. A seguire Thohir ha parlato della sua amarezza per il momento negativo di Milito e della fiducia nei confronti di Icardi (Va pero’ gestito meglio) e di Zanetti: Non posso parlare di un suo ruolo futuro fino a quando non lo incontrero’: nell’Inter di oggi ci sono molte opportunita’, abbiamo una strategia globale e Zanetti avra’ certamente un ruolo. Quando incontrero’ il capitano ne parleremo. Lo scambio sfumato Guarin-Vucinic? E’ stata un’operazione che abbiamo studiato attentamente: io credo molto nel mio management e quando ci siamo resi conto che dal punto di vista economico non era vantaggiosa l’abbiamo ‚Äòmollata’. Adesso con Guarin ed Hernanes abbiamo un centrocampo tra i piu’ forti che ci siano. Infine, Thohir ha fatto una battuta sugli arbitri (Con noi sbagliano molto) e una precisazione sulla perdita di valore campionato italiano: Una volta in Indonesia esisteva solo la serie A. Oggi parlano quasi esclusivamente della Premier League. Dobbiamo tornare a fare del campionato italiano un punto di riferimento nel mondo. Gli arbitri italiani? Non voglio dare giudizi: sono fra i piu’ bravi al mondo, ma c’e’ stata una pagina molto nera nella recente storia. E’ importante che in serie A si riveda tutta la strategia, non solo il business ma anche la questione arbitrale e gli stessi club. Gli arbitri devono essere parte di questo cambiamento globale del calcio italiano. E’ fondamentale il fatto che loro non uccidano il gioco, come il fatto che loro abbiano una posizione molto chiara. Infine, e’ molto importante notare che anche noi dobbiamo rispettare gli arbitri: solo cosi’ in serie A possiamo voltare pagina e creare un grande spettacolo, ha aggiunto il magnate indonesiano in una intervista concessa in esclusiva a RaiSport. Dopo quello che e’ successo, ovvero le lunghe trattative per lo scambio sfumato con Vucinic, ho dovuto lavorare ancora di piu’, perche’ i tifosi si aspettano tanto da me. Io voglio migliorare e voglio far vincere l’Inter. Devo dare una risposta alla societa’ e a tutti i tifosi che hanno creduto in me. Cosi’, ai microfoni di Sky, il centrocampista colombiano dell’Inter Fredy Guarin, che poi aggiunge: Se Thohir mi offrisse di firmare a vita con l’Inter io lo farei subito, senza neanche pensarci. ITALPRESS