Inter-Salernitana 2-0. Granata ko a San Siro, la decidono Martinez e Barella

La Salernitana crolla a San Siro. Dopo la vittoria conquistata nel match salvezza disputato in casa col Verona, i granata di mister Davide Nicola sono tornati a fari i conti con l’amaro della sconfitta andando ko al cospetto dell’Inter di Simone Inzaghi. I nerazzurri hanno messo le mani sulla vittoria piegando la formazione campana con il risultato di 2-0, arrivato dai gol di Martinez e Barella. Una sconfitta amara, ma anche prevedibile sulla carta, vista la differenza di qualità in campo e di obiettivi stagionali. Adesso la Salernitana dovrà ricaricare le pile per un nuovo avvincente match di campionato, cruciale in chiave salvezza. I granata di Nicola riprenderanno il discorso campionato sabato 22 ottobre tra le mure amiche dell’Arechi, dove ospiterà lo Spezia di Gotti per 11esima giornata di Serie A.

INTER AVANTI. LA SBLOCCA IL “TORO” MARTINEZ

Dopo una prima fase di studio, l’Inter a ridosso del quarto d’ora di gioco mette subito le cose in chiaro. I nerazzurri impiegano 13 minuti per bucare la porta della Salernitana, portandosi in vantaggio con una conclusione chirurgica di Lautaro Martinez. La reazione della compagine granata non si fa attendere e arriva al 21esimo con una bordata ravvicinata di Kastanos che termina di poco fuori. I botta e risposta tra Inter e Salernitana sono continui, sopratutto sul piano fisico. La squadra allenata da Simone Inzaghi torna a rendersi pericolosa in modo concreto solo nei minuti finali della prima frazione. Al minuto 37’, i nerazzurri sfiorano la rete del raddoppio con un colpo di testa Skriniar, nato da un cross di Dimarco. Alla via del gol si avvicina anche la Salernitana di Nicola che al 41’ mette i brividi ai nerazzurri con un destro a giro di Piatek, scaturito da un’ottima azione di gioco. A salvare l’Inter di Inzaghi è Onana con una parata provvidenziale. Le emozioni non mancano nemmeno nel rush conclusivo, dove l’Inter ancora una volta fiuta il 2-0 con il “Toro” Martinez. In questo frangente, Sepe tiene a galla la Salernitana con una parata superlativa.


BARELLA CHIUDE I GIOCHI. SALERNITANA KO

Lo spartito del match non cambia nella ripresa, è sempre l’Inter a tentare con forza di imporre il proprio gioco. La prima emozione del secondo tempo, di fatto, è la compagine di casa a regalarla, sfiorando il gol del raddoppio con uno stacco di testa di Lautaro Martinez. La riposta della Salernitana è instantanea ed arriva con Dia che costringe Onana ad effettuare un grande intervento. Ancora più impetuosa la replica della formazione nerazzurra che trova il tanto agognato raddoppio con un’azione personale di Barella. Dopo la rete del 2-0, la partita si mette in completa discesa per l’Inter. La Salernitana però non ci sta al predominio dei padroni di casa, cercando di ribellarsi. I granata lanciano un segnale al 69esimo con un colpo di testa del neo entrato Bonazzoli che mette in apprensione Onana. I tentativi dei granata risultano vano, anche perché non scalfiscono affatto la retroguardia milanese. Nei minuti finali, l’Inter continua ad attaccare senza freni per chiudere i giochi con un passivo di 3-0. Tris che però non arriva, con l’Inter che si accontenta di mettere fine al match con il punteggio di 2-0.

TABELLINO

INTER-SALERNITANA 2-0 (1-0 pt)

INTER (3-5-2): Onana; Skriniar, De Vrij, Acerbi; Dumfries (89’ Bellanova), Barella, Calhanoglu (89’ Darmian), Mkhitaryan (72’ Asllani, Dimarco (63’ Gosens); Dzeko (72’ Correa), Lautaro Martinez.

A disposizione: Handanovic, Cordaz, Bellanova, Gosens, Darmian, Bastoni, D’Ambrosio, Asllani, Carboni, Correa, Zanotti, Stankovic. All: S. Inzaghi

SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Gyomber, Daniliuc, Pirola (82’ Sambia); Candreva, L. Coulibaly, Kastanos (59’ Valencia), Vilhena (76’ Bohinen), Mazzocchi (82’ Bronn); Dia, Piatek (59’ Bonazzoli).

A disposizione: De Matteis, Fiorillo, Bradaric, Bronn, Motoc, Sambia, Bohinen, Capezzi, Iervolino, Bonazzoli, Botheim, Valencia. All: Nicola

DIRETTORE DI GARA: Juan Luca Sacchi di Macerata

ASSISTENTI: Luigi Rossi (sez. Rovigo) – Vittorio Di Gioia (sez. Nola)

QUARTO UOMO: Marco Piccinini (sez. Forlì)

VAR: Valerio Marini (sez. Roma) – Alessandro Giallatini (sez. Roma 2)

ESPULSIONI:

AMMONITI: Daniliuc (17’)

MARCATORI: Martinez (13’), Barella (58’)

RECUPERO: 1’ (pt), 3’ (st)

NOTE: Lovato out per attacco influenzale