Il Valencia, il Mestalla e quel posto occupato per l’eternità

Questa sera si giocherà il match di Champions League tra Valencia e Atalanta, valido per il ritorno degli ottavi di finale che vede gli Orobici in netto vantaggio, grazie alla vittoria dell’andata per 4-1  ottenuta allo stadio “Giuseppe Meazza”.

Quello che vogliamo raccontarvi, però, non ha a che fare con la partita, ma con l’ambiente blanquinegres.  Infatti, all’interno dello stadio Mestalla, c’è e ci sarà sempre un tifoso speciale. Stiamo parlando di Vicente Navarro Aparicio, classe 1928, veditore operaio della Campsa e venditore della Once, ma anche appassionato dei Taronja da una vita. Una vita, appunto, perchè il signor Vicente non c’è più, è venuto a mancare all’affetto dei sui cari in un giorno dell’anno 2016. Lui, che era tifoso e socio numero 18, per anzianità, del Valencia, la stessa persona che, diventato cieco, ha continuato ad andare allo stadio accompagnato dal figlio che gli raccontava ciò che accadeva sul campo da gioco. Il posto è sempre lo stesso: il 164 della fila 15, tribuna centrale. Quel posto sarà così per sempre, infatti, all’interno dello stadio valenciano è stata collocata una scultura in bronzo, che lo ritrae intento a seguire la sua squadra del cuore. Un omaggio da parte del club, per il suo storico tifoso.