Happy Casa Brindisi-GeVi Napoli 77-70. Illusione azzurra, salentini insuperabili

Seconda sconfitta per i partenopei di Maurizio Buscaglia: happy Casa Brindisi-GeVi Napoli si chiude sul 77-70. Gli azzurri vorrebbero venire fuori nell’ultima parte del match come Bologna, ma riesce a conquistare solo un quarto.

Happy Casa Brindisi- GeVi Napoli – Primo tempo da dimenticare per gli azzurri

PRIMO QUARTO

Partita che parte subito in salita per il Napoli, che subisce i primi punti nel giro di pochi minuti. Arriva la risposta, ma ci mette poco l’Happy Casa a prendere il volo. In circa cinque minuti la formazione di casa allunga il distacco con un +6. Napoli che sbaglia molto sotto mano, ma anche dalla distanza, seppur la percentuale dei tiri è maggiore per i tiri da 2.

I brindisini segnano in ogni modo, mentre gli azzurri sbagliano anche i primi tiri liberi che potrebbero accorciare il passivo. nei primi 10′ Burnel va sul 9 punti personali sui 22 messi a segno dai suoi. Zerini va in doppia cifra, ma il passivo è comunque pesante. Alla fine del primo quarto si è sul 29-19, con +10 di distacco.

SECONDO QUARTO

Pronti via, nel secondo quarto il Napoli va subito a segno. Non sono tanti i punti siglati dalle due squadre. Addirittura l’Happy casa non riesce a siglare per circa 3′, ma quando inizia a mettere canestri, lo fa con una tripla. La sfortuna per gli azzurri di Buscaglia continua anche nei contropiede. Con il Brindisi ancora non in cattedra, il Napoli può accorciare ancora con un ribalzo difensivo e la possibilità di andare a rete.

Solo con il canestro, però, il cestista azzurro sbaglia sotto mano. Vitucci gioca col doppio play e riesce a portare il vantaggio a +16 con un 41-25 che fa male. Il Napoli, nel finale, comincia a reagire e a trovare qualche punticino, seppur il distacco di mantiene considerevole. All’intervallo si va con Happy Casa ancora avanti 44-31. Il parziale è 15-12. Lieve miglioramento dal punto di vista tattico e difensivo per gli ospiti, che, però, non riescono mai a rimontare il punteggio.

Partenopei vicini al ribaltone

TERZO QUARTO

Al ritorno dall’intervallo, il Napoli scende sul parquet con una nuova tattica e nonostante l’Happy Casa attacchi a testa bassa, molte palle vengono rispedite al mittente. Altrettante vanno in canestro e prima che gli azzurri prendano in mano la situazione il distacco scende nuovamente a -16.

Brindisi a 48, mentre il quintetto ospite va a segno solo una volta. Sbagliano molto i cinque del Napoli, molto ribattuti dagli avversari. Si accende, però, Johnson, che mette a segno 6 punti consecutivi accorciando il distacco.

Buscaglia ordina la difesa a uomo, che inizia a portare i suoi frutti. Il passivo del Napoli passa a -8, ma Perkins inizia a dare il suo contributo e va a segno con una giocata da 3 punti. Allunga ancora Williams rispristinando un vantaggio a doppia cifra. Agravanis commette fallo, Perkins non sbaglia dalla lunetta e ancora +12. Lo stesso giocatore greco, però, prova a farsi perdonare, ma sbaglia sotto mano.

Arriva poi una giocata da 5 per il partenopeo: 54-47. E’ un momento positivo per gli azzurri, che anche con Michineau scendono ancora: 54-50. Botta e risposta, fino al conclusivo 59-55. Napoli che conquista il quarto, il primo con un parziale di 24-15.

QUARTO QUARTO

Parte benissimo il Napoli che arriva al passivo minimo, -1, raggiungendo addirittura anche al primo vantaggio della partita. Il primo parziale dell’ultima parte del quarto è tutta ad appannaggio del Napoli, con l’Happy Casa che trova i primi punti solo dalla lunetta. Ci pensa ancora Perkins, ma è Reed ad essere decisivo negli ultimi dieci minuto del match. Tanti falli su di lui, ma anche ottime intuizioni in contropiede, che vengono finalizzate.

Il Napoli perde piede, non riesce a segnare, complice anche un’ottima difesa e ottimi riflessi di rimbalzo per i salentini.

L’Happy Casa continua a macinare punti in azione e in contropiede, mentre il Napoli cerca disperatamente di trovare la retina e il ferro. Johnson è ancora il più attivo, provando anche dalla distanza. Il distacco massimo arriva a +11, con 72-61.

Stewart riavvicina il punteggio con una tripla, ma arriva immediatamente la risposta di Brindisi e allunga nuovamente a +11 il distacco. Ultimi rintocchi confusionario e di continui cambi fronte. Il Napoli non riesce, però, a raggiungere più il risultato e il match si chiude con la vittoria dell’Happy Casa: 77-70, con parziale 18-15.

Happy Casa Brindisi-GeVi Napoli: tabellino

Happy Casa Brindisi: Etou 6, Reed 10, Bowman 6, Mascolo 7, Perkins 15, Burnell 13, Vitucci N.E, Malaventura N.E., Bocevski N.E., Mezzanotte 6, Rismaa 8, Bayehe 6. Allenatore Francesco Vitucci

GeVi Napoli Basket: Johnson 16, Michineau 9, Uglietti 5, Williams 10, Stewart 9, Zerini 10, Howard N.E, Agravanis 6, Dellosto 0, Matera N.E., Zanotti 5, Grassi N.E. Allenatore: Maurizio Buscaglia.